Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Detrazione del 55%, un passo verso la stabilità

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Detrazione del 55%, un passo verso la stabilità

La Commissione Ambiente della Camera approva una risoluzione che impegna il Governo a rafforzare lo strumento per la promozione dell’efficienza energetica

La Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei deputati ha approvato una risoluzione che impegna il Governo a stabilizzare la detrazione fiscale del 55% per gli interventi a favore dell’efficienza energetica. A renderlo noto è stato il presidente della commissione stessa, Ermete Realacci, primo firmatario del documento, approvato al’unanimità. La scadenza per presentare le domande per accedere all’incentivo era fissata al 30 giugno.

 

 "La risoluzione - spiega Realacci – prevede anche l’estensione dell’ecobonus anche al consolidamento antisismico degli edifici. Rilanciare l'edilizia è una priorità per la nostra economia e per l'occupazione, ma un nuovo sviluppo del settore non può che essere legato alla qualità, all'innovazione, all'efficienza energetica, alla sicurezza antisismica. Per questo è fondamentale stabilizzare l'eco-bonus del 55%"

 

Realacci ha anche ricordato l’importanza che la detrazione ha avuto in questi anni, attivando oltre 1.400.000 interventi. Grazie a questa agevolazione fiscale, infatti, sono stati investiti 18 miliardi di euro e sono stati creati oltre 50 mila posti di lavoro all'anno nei settori coinvolti. “Ha rappresentato, inoltre, lo strumento più efficace e virtuoso in tema di sostenibilità ambientale – ha proseguito Realacci -, di sostegno del mercato dell'edilizia di qualità e di risparmio di emissioni di anidride carbonica".

 

La risoluzione impegna il Governo ad assumere iniziative, anche di tipo normativo, volte ad estendere le misure di efficientamento energetico anche al patrimonio edilizio pubblico. “Ad esempio – spiega Realacci - con un allentamento del Patto di Stabilità interno per gli Enti Locali che hanno risorse da investire nella messa in sicurezza antisismica degli edifici pubblici, a partire dalle scuole e degli ospedali".