Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Da stadio a smart city: la scommessa del Pernambuco

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Da stadio a smart city: la scommessa del Pernambuco

Mondiali 2014, il progetto dell’arena di Recife dove l’Italia giocherà il 20 giugno: il rivestimento in ETFE, produce fino a 1 megawatt di energia

Che i brasiliani siano fedeli alla religione calcistica è un dato di fatto, e i Mondiali di calcio 2014 ne sono una testimonianza. Dopo 64 anni, la coppa più ambita torna in terra carioca e, come abbiamo raccontato nello speciale, i protagonisti saranno gli eco-stadi che ospiteranno le partite. Non tutti sono stati rinnovati e restaurati da una base già esistente, alcuni sono stati costruiti ex novo secondo criteri di sostenibilità ed efficienza energetica. Uno dei più recenti si trova a Recife, chiamata “la Venezia del Brasile” per i canali e i ponti che la attraversano, precisamente nella zona São Lourenço da Mata. È l'Itaipava Arena Pernambuco, dove l'Italia affronterà il Costa Rica, il 20 giugno.

 

 

LA STRUTTURA

 

Il progetto, cominciato nel 2010 e terminato il 22 maggio 2013 per la Confederation Cup si basa sulla polifunzionalità della struttura, adatta per fiere, spettacoli ed ogni tipo di eventi sportivi.

Il progetto è stato affidato allo studioFernandes Architects & Associates (lo stesso che ha eseguito i lavori del Maracanà) che ha puntato su una capienza di 46.000 posti a sedere, estendibili fino a 63.000 utilizzando il prato, e sulla vicinanza tra pubblico e campo, con un'acustica particolare che coinvolge totalmente lo spettatore. Bar, centri commerciali, un teatro, un cinema e diversi ristoranti rendono lo stadio una mini città, con 4.700 posti auto, di cui 800 coperti.

 

 

ENERGIA E RISPARMIO

 

Ma l'aspetto più interessante e innovativo riguarda l'assetto sostenibile dello stadio. Al suo interno è stata costruita una centrale solare, in grado di produrre fino a un megawatt di energia, utile a soddisfare il fabbisogno di 6000 persone; il sistema di pannelli fotovoltaici, inoltre, utilizza la tecnologia ad alta efficienza Bosch Buderus per alimentare l'impianto di riscaldamento dell'acqua.

Lo stadio è rivestito da 20.000 metri quadrati di ETFE, materiale plastico ultra resistente importato dalla Germania, in grado di resistere ad alte temperature, più economico e solido del vetro. Lo stesso materiale è stato utilizzato per l'Allianz Arena di Monaco e il Centro acquatico nazionale di Pechino, ma all'Itapaiva Arena sarà arricchito da Led per avere effetti di luce suggestivi.


 

 

LA PRIMA SMART CITY BRASILIANA

 

Lo stadio non sarà in funzione solo durante i Mondiali, ma è stato progettato come volano per il rilancio economico della Grande Recife, zona depressa che circonda l'area dell'Arena.

In questa ottica si sta lavorando per realizzare la Cidade de Copa Pernambuco, prima smart city brasiliana che sorgerà nella zona occidentale di Recife su un'area di 240 ettari, vicino le rive del fiume Capibaribe. Il progetto, affidato alla multinazionale Odebrecht, vuole coniugare tecnologia e rispetto della natura, per realizzare una città in cui sostenibilità, sicurezza, mobilità e turismo siano integrati tra loro in modo intelligente.

Per collegare la zona di São Lourenço da Mata alla capitale, il governo di Pernambuco ha investito più di 1,5 miliardi di dollari in infrastrutture come i terminal che collegano aeroporto e metro, il BRT (sistema di corridoi per bus rapidi) e nuove corsie autostradali.

Spazio anche alla mobilità ecologica, con la realizzazione di piste ciclabili, incentivi al trasporto pubblico, riconversione dei terreni dell'area in parchi pubblici.

 

@MarioLuongo6

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter