Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Croazia green, i più bei parchi di Zagabria

  1. Home
  2. Life
  3. Croazia green, i più bei parchi di Zagabria

La capitale del 28esimo Stato dell’Unione europea sorge al cuore di una cintura verde di parchi, dominata dalla montagna di Medvenica. Bello da visitare anche il Giardino botanico

È una capitale di Stato da appena 22 anni, quando nel 1991 la Croazia si proclamò indipendente, e dal 30 giugno scorso è anche una capitale dell’Unione europea: eppure Zagabria con la sua Università fondata nel 1669, 19 teatri, 24 musei e decine di gallerie d’arte è da sempre un centro culturale e commerciale importante nella Mitteleuropa.

 

Sono molte le attrazioni che la città offre ai suoi turisti: dalla Cattedrale alla chiesa di San Marco, per gli appassionati di architettura; gli edifici medievali della città antica e i palazzi governativi della Zagabria moderna. E soprattutto, per i turisti alla ricerca di mete green, i suoi tantissimi parchi urbani e il Dolac di Gornji Grad, il celebre mercato agricolo. Tutte mete visitabili a piedi – la città è molto piccola – o per i più audaci a bordo di segway elettrici che possono essere noleggiati per un giorno o per tutta la durata della vacanza.

 

La Zagabria ecologica ha senza dubbio il suo punto forte nel grande parco sul monte Medvednica, alle porte settentrionali della città. Il monte, alto poco più di mille metri, fa da sfondo a un’oasi naturale dove scoprire la natura, ammirare la vegetazione locale e persino adottare specie animali in estinzione. Il parco di Medvednica, che per oltre la metà è ricoperto da foreste, ospita anche campionati di sport invernali e sentieri per il trekking.

 

Paradiso della biodiversità nel centro cittadino è invece il Giardino botanico di Zagabria. Il parco, circa cinque ettari, dal 1892 ospita molte specie vegetali alcune delle quali in via di estinzione. La meta è perfetta non solo per gli amanti della natura ma anche per gli appassionati di architettura. Sono due infatti gli stili di costruzione del giardino, progettato dal professore Heinz dell'Univeristà di Zagabria: l’arboreto, relizzato secondo i criteri architettonici dei giardini inglesi, e la parte centrale dove invece prevalgono le linee simmetriche. Il periodo migliore per visitarlo è l’autunno.

 

Tra i parchi pubblici di Zagabria ne segnaliamo tre. Il Ribnjac si trova lungo le mura del Kaptol. Detto anche “vivaio di pesci” (la traduzione letterale), si estende su un’area di 40 mila metri quadri e ricorda molto lo stile dei giardini inglesi con le numerose fontane e le piante esotiche.

 

Ad est della città c’è invece il parco Maksimir, famoso per essere stato il primo giardino pubblico di Zagabria e dell’Europa orientale e fondato nel 1794. Sorto sull’area di un antico bosco oggi ospita piante decorative, querce secolari ed edifici famosi come la Casa Svizzera e il Padiglione degli Eco. Ultima tappa green è il parco Opatovina, dove si trovano le mura costruite durante gli attacchi dei Turchi nel Medioevo. Oggi, a testimonianza di quella costruzione e di quel periodo storico, rimane la cosiddetta torre di Prišlin. Per chi passa qui durante l’estate un gruppo teatrale organizza anche spettacoli all’aperto.