Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Costi di Distribuzione Energia Elettrica: Ecco Cosa Sono

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Costi di Distribuzione Energia Elettrica: Ecco Cosa Sono

I costi di distribuzione sono tariffe che servono a gestione e manutenzione della rete e dei contatori: scopri di più sul nostro articolo di UP Sorgenia

Vi sarà capitato di trovare in bolletta alcune voci che aumentano il costo finale della luce. Tra queste sono inseriti i costi per la distribuzione dell’energia elettrica, ovvero una tariffa dedicata alla gestione e alla manutenzione della rete e del contatore.

Si tratta di una delle quattro voci principali in bolletta, nonché una delle più “antipatiche”, sia perché di difficile comprensione sia perché non dipendono esclusivamente dalle nostre abitudini energetiche.

Vediamo nel dettaglio cosa sono i costi per i servizi di rete e come vengono calcolati.

 

COSA SONO I COSTI DI DISTRIBUZIONE

Tra le varie voci della fatturazione della bolletta trovate anche la tariffa obbligatoria per il servizio di distribuzione della corrente elettrica. Questo prezzo copre i costi per il trasporto dell’energia, la gestione e la manutenzione delle reti elettriche a livello locale. Questa tariffa è applicata a tutti i clienti finali, a eccezione delle utenze domestiche in bassa tensione.

La tariffa per il servizio di distribuzione è obbligatoria e viene aggiornata annualmente dall’Aeegsi, Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Attraverso le tabelle pubblicate periodicamente dall’Autorità, è possibile calcolare i costi tenendo conto di parametri precisi e pubblici. A questo link è possibile trovare le tariffe relative allo scorso anno e a quest’anno.

 

COSA COMPRENDONO

È importante puntualizzare che i costi per i “servizi di rete” coprono una buona parte di quello che viene pagato con la bolletta. La tariffa per la distribuzione è circa il 17 % di quello che viene fatturato in bolletta.

Ma cosa comprendono i costi di distribuzione? Questi costi servono ai distributori per poter garantire la manutenzione e la gestione delle reti elettriche su cui passa l’energia che arriva nelle abitazioni. I distributori sono le società titolari delle rete dei servizi e degli stessi contatori e sono tenuti a erogare determinati servizi, come:

-          nuovi allacci dei contatori;

-          riparazione di guasti e interruzioni;

-          gestione del contatore.

Allo stesso tempo, il distributore è responsabile delle letture dei consumi, identificate sui contatori, e deve prendere in carico tutte le pratiche dei clienti, come gli aumenti di potenza e disalimentazione del contatore.

 

COME SI CALCOLANO I COSTI DI DISTRIBUZIONE

Le tariffe di distribuzione vengono calcolate tenendo conto di tre prezzi, come:

-          quota potenza per ogni kW installata. (es: un contatore da 3 kW costa dai 28 ai 31 euro all’anno);

-          quota fissa per i servizi di rete, che variano da 4,7 a 5,2 Euro all’anno;

-         quota energia, direttamente collegata ai consumi del cliente. Questa quota è variabile e può essere ad esempio di 130 euro annuali, per una famiglia media che consuma 2700 kWh all’anno.