Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Consumo del condizionatore, 7 mosse per ridurlo

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Consumo del condizionatore, 7 mosse per ridurlo

Dalla manutenzione alla funzione di deumidificazione, dalla posizione alla temperatura impostata, ecco i trucchi per risparmiare energia d’estate

Con il grande caldo estivo alle porte, la bolletta energetica potrebbe “surriscaldarsi”. Il consumo del condizionatore, infatti, è destinato ad aumentare: questo apparecchio diventa infatti l’alleato perfetto per sopravvivere alle alte temperature. È importante, però, farne un uso efficiente dal punto di vista energetico. A seconda della fascia oraria in cui si accende, della posizione in cui si installa e della manutenzione che si fa, infatti, il consumo del condizionatore può cambiare notevolmente, con importanti ripercussioni economiche. Ecco allora 7 consigli da seguire per un utilizzo dei condizionatori efficiente e attento al risparmio.

 

PULIRE I FILTRI

L’efficienza energetica dell’impianto di condizionamento e il benessere di chi lo utilizza sono collegati a una regolare e scrupolosa manutenzione delle macchine. Per questo motivo è importante pulire i filtri del condizionatore, incaricati di purificare l’aria in entrata, soprattutto dopo un periodo di inutilizzo. Si tratta di un’operazione semplice che può essere eseguita anche manualmente dall’utente stesso, almeno ogni 15-20 giorni.  

 

USARE LA FUNZIONE DEUMIDIFICAZIONE

Tutte le tecnologie di nuova generazione prevedono anche la funzione di  deumidificazione. È un’opzione molto utile per ridurre il consumo di energia del condizionatore garantendo comunque una performance ottimale. Abbassando la percentuale di umidità, portandola a valori standard compresi tra il 40 e il 60%, l’ambiente  si rinfresca in modo naturale, rendendo il clima interno più gradevole con un consumo minimo di energia. Impostare la funzione deumidificatore del condizionatore vi permetterà di raggiungere un risparmio del 40% sui consumi.

 

EVITARE LE DISPERSIONI D’ARIA

Un accorgimento per ridurre al minimo il consumo del condizionatore è quello di accertarsi che le tapparelle della stanza che si vuole rinfrescare siano abbassate o che, comunque, non facciano entrare calore. In questo modo infatti, l’ambiente, non esposto direttamente alla luce del sole e quindi al caldo, si mantiene già di per sé fresco. Il condizionatore, quindi, impiegherà meno energia per raffreddarlo. Il piccolo accorgimento di collocare tende, persiane o tapparelle esposte ai raggi solari vi farà tagliare i consumi del 5%.

 

IMPOSTARE LA GIUSTA TEMPERATURA

Per quanto le temperature all’esterno dell’abitazione possano essere insopportabili, è opportuno non esagerare con il raffreddamento della casa. Più bassa è la temperatura che impostiamo, maggiore sarà il consumo energetico del condizionatore. L’Aicarr (Associazione italiana condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione) consiglia a questo proposito di mantenere impostata una temperatura compresa tra i 25° e i 27°. In ogni caso, la differenza termica con l’esterno non deve superare i 5°/6°, in questo modo potrete risparmiare del 10% sui consumi (per ogni grado ulteriore il consumo cresce del 5%)Non ne va solo del costo della bolletta, ma anche della nostra salute.  

 

USARE ACCENSIONE E SPEGNIMENTO AUTOMATICO

Gli sprechi energetici, nel caso degli impianti di condizionamento, derivano dal fatto che, spesso, abusiamo delle loro performance, prolungando il loro funzionamento anche quando non è necessario. Ad esempio di notte, dopo che la stanza ha già raggiunto una temperatura confortevole, è consigliato spegnere l'apparecchio. Per evitare che l’ambiente si rinfreschi più del necessario, possiamo usare la funzione programmata di accensione e spegnimentoUna volta impostata il tempo per cui si vuole usare l’impianto, saremo sicuri di consumare solo il necessario.

 

SCEGLIERE LA GIUSTA POSIZIONE PER INSTALLARE IL CONDIZIONATORE

Per evitare che il nostro condizionatore consumi più del dovuto, bisogna scegliere con accuratezza la posizione in cui collocare l’impianto. Per facilitarne l’utilizzo efficiente bisogna evitare di posizionare il condizionatore in un punto della casa esposto al sole. Se l’apparecchio si trova in una posizione soleggiata, infatti, consuma fino al 5% in più di energia.

 

CONDIZIONATORE DI GIORNO, ARIA PULITA LA SERA

Se durante le ore del giorno è consigliabile accendere il condizionatore, assicuratevi di chiudere porte e finestre per evitare dispersioni d’aria. Nelle ore serali, viceversa, è meglio spegnerlo e lasciare arieggiare la casa. In questo si consumerà meno energia pur mantenendo fresco l’ambiente.