Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità: ecco le novità

  1. Home
  2. Life
  3. Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità: ecco le novità

Approvato dalla Camera il 13 novembre, il documento ora passa al vaglio del Senato. Cosa cambia in materia di incentivi fiscali, rifiuti, edilizia e green economy

Il disegno di legge ambientale collegato alla Legge di Stabilità – cosiddetto Collegato Ambientale – è stato approvato dalla Camera dei deputati lo scorso 13 novembre ed è passato al vaglio del Senato per approvazione definitiva. Il ddl contiene “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali” e introduce una serie di modifiche alla normativa precedente.

Energie Sensibili ha preparato una scheda riassuntiva, che spiega i punti principali del provvedimento.

 

SPINTA ALLA GREEN ECONOMY

Il testo del ddl contiene una serie di misure per il rilancio delle attività imprenditoriali legate alla green economy. In particolare è previsto un programma di sostegno da 35 milioni di euro per la mobilità sostenibile: car sharing, car pooling, bike sharing. Supportate anche le imprese che lavorano nel settore del riciclo, con una serie di incentivi anche fiscali.

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti viene prorogata di un altro anno la piena operatività del sistema Sistri per la tracciabilità. Alle amministrazioni saranno invece assegnati obiettivi di raccolta differenziata: i Comuni più virtuosi beneficeranno di agevolazioni sulle tasse mentre quelli che non raggiungeranno gli obiettivi dovranno pagare una eco-tassa alla Regione, che andrà a confluire in un fondo di investimento per la green economy. Sono infine previste nuove regole per lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici.

 

BOLLINO VERDE NEGLI APPALTI

Cambiano anche le regole per gli appalti pubblici, per i quali vengono introdotto dei Criteri ambientali minimi (CAM). Nelle offerte di fornitura di beni e servizi alla pubblica amministrazione sarà richiesto il marchio Ecolabel, mentre le aziende che vorranno partecipare ai bandi pubblici per l’assegnazione di contributi dovranno avere la certificazione Emas (entrambi i bollini seguono standard fissati a livello europeo).

 

EDILIZIA: SERVE IL PERMESSO ANCHE PER I MANUFATTI LEGGERI

In base al ddl manufatti leggeri, prefabbricati, roulotte, camper, case mobili e imbarcazioni utilizzati come abitazioni o ambienti di lavoro devono essere autorizzati da un permesso di costruzione. Fanno eccezione solo strutture realizzate per soddisfare “esigenze meramente temporanee”. Il provvedimento va letto nell’ottica delle misure del Governo contro il dissesto idrogeologico e l’abisivismo edilizio.

 

TUTELA DELLA BIODIVERSITA’

Il Collegato Ambientale contiene un inasprimento delle sanzioni contro i responsabili di disastri ambientali in mare. Un gesto come quello di gettare a terra o in acqua gomme da masticare e mozziconi di sigaretta potrà costare al trasgressore una multa da 30 a 150 euro. Coinvolte anche le aziende produttrici di sigarette e chewing-gum, che dovranno lanciare campagne informative sui danni ambientali del mandato smaltimento di questi materiali.

 

Federica Ionta

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.