Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Città sostenibili, è online lo speciale sui centri urbani green

  1. Home
  2. Life
  3. Città sostenibili, è online lo speciale sui centri urbani green

Da Helsinki a Copenaghen passando per Bristol, Nantes e Torino. Ecco le metropoli dal cuore verde

I centri urbani ospitano più del 50% della popolazione mondiale, consumano il 75% dell’energia del Pianeta e producono l’80% delle emissioni di Co2. Per questo motivo, molte città hanno intrapreso un percorso volto a diminuire il loro impatto sull’ambiente circostante. Energie Sensibili ha raccolto le storie delle metropoli che hanno avviato questo rivoluzione sostenibile.

 

Il nostro viaggio parte da Helsinki. La capitale finlandese vanta sistemi energetici innovativi, reti efficienti di trasporto pubblico e una cura quasi maniacale per la conservazione e la preservazione del suo arcipelago.

 

Se la capitale finlandese è all’avanguardia sul fronte della sostenibilità, quella danese non sta certo a guardare. Copenaghen da anni pianifica la propria espansione verso le aree extraurbane facendo attenzione a coniugare efficienza energetica e attenzione per l’ambiente. La città, inoltre, vanta la più lunga via pedonale del mondo, un percorso di 1200 metri lungo il quale si concentrano grandi magazzini e boutique di design, centri di lusso e piccoli negozi di artigianato. Insomma, tutto quello che serve per curiosare tra gli oggetti della cultura locale e fare “shopping a km 0”.

 

Le città green non sono solo un fenomeno scandinavo. Anche Bristol e Nantes stanno portando avanti la loro rivoluzione verde. Il centro inglese si distingue per la sua gestione ottimale del settore dei trasporti, dell’energia e nella creazione di un modello condivisibile e strutturato per l’incremento della green economy in tutto il Vecchio Continente. Nantes, invece, ha puntato tutto sulla conservazione della biodiversità. Con oltre 250 chilometri di corsi d’acqua e 9.500 ettari di paludi e boschi, quasi il 50% del territorio della città francese è classificato come area protetta.

 

Della nostra rassegna, infine, fa parte anche Torino. Il capoluogo Piemontese sta portando avanti diverse iniziative per incrementare l’efficienza energetica. L’amministrazione ha compiuto grandi sforzi anche per rendere la mobilità più sostenibile. Un impegno che ha dato i suoi frutti. Ad oggi, infatti, meno della metà degli spostamenti urbani passa dall’automobile e quasi un quarto della popolazione si sposta utilizzando i mezzi pubblici. Ancora più numerosi sono i cittadini che scelgono di andare a in bici o a piedi (più del 25%).