Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Carnevale di Fantaveicoli, la festa delle maschere diventa sostenibile

  1. Home
  2. My generation
  3. Carnevale di Fantaveicoli, la festa delle maschere diventa sostenibile

Giunta alla sua 17esima edizione nella città di Imola, la sfilata è organizzata su mezzi creati utilizzando le parti riciclate di bici, ruote e carriole

Il Carnevale è più divertente se è ecologico. A Imola la festa dedicata a maschere e travestimenti per grandi e piccini si tinge di verde. Come? I vari Arlecchino, Pulcinella, Pantalone e Brighella sfileranno per le strade della città romagnola a bordo dei cosiddetti Fantaveicoli: realizzati grazie al creativo assembramento di pezzi di biciclette, ruote e carriole, il loro requisito fondamentale è di rispettare la natura. Che siano a pedali, a traino ad elica o ad energia solare, i carri allegorici sono più sostenibili che mai.

Fantasia, ingegnosità, colore ed efficienza: questi gli ingredienti del Canevale di Fantaveicoli, giunto alla sua diciassettesima edizione. Dal 1998, infatti, la festa ha assunto la sua connotazione attuale. Peculiarità delle ultime ediziono, l’organizzazione della sfilata all’interno del famoso Autodromo Enzo e Dino Ferrari: tutti i box, i paddock, la pista e la sala stampa sono occupati da maschere colorate che raggiungono sui carri il centro storico di Imola tra gli sguardi divertiti di oltre 20 mila persone.

“Come in altre tante città italiane, anche la nostra aveva una lunga tradizione di Carnevale – ha raccontato ad Energie Sensibili Franco Benni, responsabile del servizio attività culturali del Comune di Imola – ma nel corso del Novecento ci furono periodi alterni e le ultime sfilate di carri allegorici vennero organizzate nel 1988. Tutti volevano ripristinare il Carnevale e ci siamo rimboccati le maniche trattandosi di un evento molto impegnativo per dar vita a qualcosa di assolutamente diverso ed originale”.

Si è così deciso di puntare sull’ecologia e non solo. “Imola era chiamata nel secolo scorso “la città dei matti”, perché qui c’erano due ospedali psichiatrici, il che ci ha probabilmente fatto ereditare una dose di estrosità e creatività. A ciò abbiamo unito la passione dei romagnoli per la biciletta e la necessità di creare momenti di socializzazione per tutti i cittadini. Così è nato il Carnevale di Fantaveicoli. La sua caratteristica principale è però quella di essere rispettoso dell’ambiente, soprattutto attraverso il riciclo dei materiali. Per noi, infatti, l’ecologicità del divertimento è tutto”.

L’appuntamento è per il 2 marzo 2014 presso l’Autodromo di Imola: cittadini e associazioni sono pronti ad accogliere quanti vorranno trascorrere un Carnevale diverso, all’insegna del colore e della sostenibilità. Mostre fotografiche, concorsi per i travestimenti più belli e sfilata dei carri arricchiranno una delle feste più pazze dell’anno. 

 

@Idart87

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.