Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Capsule del caffè: da nuovo rifiuto a nuova risorsa -VIDEO

  1. Home
  2. My generation
  3. Capsule del caffè: da nuovo rifiuto a nuova risorsa -VIDEO

Il progetto Ecolaboration, collaborazione tra Cial e Nespresso, ha portato in un anno al recupero di 299 tonnellate di contenitori in alluminio

Ecolaboration è un progetto internazionale di Nespresso, che in Italia è in collaborazione con il Consorzio imballaggi alluminio (Cial). E’ nato nel 2011 per dare la possibilità al consumatore di riconsegnare al negoziante, una volta utilizzate, le capsule per le macchinette del caffè; poi il consorzio provvede al ritiro e all’avvio del riciclo.

La maggior parte delle capsule del caffè oggi in commercio è fatta in alluminio, un materiale che può essere riciclato al 100% quindi consente un grandissimo risparmio di materia prima ed energia. Anche il caffè residuo, in pratica la polvere che rimane nella capsula anche dopo l’uso, può essere riutilizzato.

Grazie al progetto Ecolaboration, un’iniziativa non solo di tutela ambientale ma anche di recupero di risorse importanti che altrimenti sarebbero destinate alla discarica, già 30 negozi Nesperesso in Italia hanno avviato il servizio di raccolta e i fondi del caffè residuo vengono riciclati come compostaggio per le coltivazioni di riso.

 

NEL 2013 RECUPERATE 299 TONNELLATE DI CAPSULE

Le 30 boutique Nespresso che hanno aderito ad Ecolaboration sono distribuite in 20 città italiane: Torino, Genova, Milano, Monza, Bergamo, Brescia, Como, Varese, Padova, Verona, Treviso, Bolzano, Bologna, Modena, Parma, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Catania. In tutti questi negozi nel 2013 sono state raccolte 299 tonnellate di capsule usate: il 76% in più rispetto alla quantità recuperata nel 2012.

 

ROMA E MILANO IN TESTA PER IL RICICLO

A Roma sono cinque le boutique dove è attivo il servizio: Piazza di Spagna, Via Aniene, La Rinascente, Piazza San Lorenzo in Lucina, Piazzale Appio, COIN, Via Palmiro Togliatti. Solo nella Capitale lo scorso anno sono state raccolte quasi 50 tonnellate di capsule, registrando rispetto al 2012 un aumento del 45%.

A Milano, altra città coinvolta, l’AMSA ha recuperato 70,8 tonnellate di alluminio e il 39% di capsule in più rispetto al 2012.

 

CAPSULE: NUOVO RIFIUTO E NUOVA RISORSA

Gennaro Galdo, responsabile dell’Ufficio Comunicazione di Cial, ha commentato a Energie Sensibili: “Da un punto di vista ambientale si è creato un nuovo rifiuto, nel senso che la capsula è uno scarto che fino a qualche anno fa non esisteva. Ecolaboration è però la dimostrazione che la stessa azienda, in questo caso Nespresso, si è preoccupata anche di farsi garante dello smaltimento di quello che veniva messo sul mercato, creando appunto un sistema per la raccolta e il riciclo”.

 


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.