Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Caldaie, la scelta del pellet

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Caldaie, la scelta del pellet

Si tratta di un combustibile ricavato da segatura essiccata che poi viene compressa a formare dei piccoli cilindri

Negli ultimi anni il pellet si è affermato come alternativa alla legna nelle caldaie progettate per produrre acqua calda per uso sanitario o destinata al riscaldamento domestico. Nel 2012 le statistiche hanno evidenziato che circa un milione di famiglie lo ha scelto per le proprie esigenze. Si tratta di un combustibile che presenta molti vantaggi:

  • Il primo è quello di essere ricavato da scarti di lavorazione del legno. I piccoli cilindri che costituiscono il prodotto finito sono ricavati dai trucioli e dalla segatura. Si tratta quindi di una soluzione altamente ecocompatibile.
  • Usare una caldaia pellet di recente fabbricazione vuol dire risparmiare. Considerando anche il costo di acquisto dell’apparecchio in sé, della manutenzione necessaria e dell’efficienza del carburante, installare un apparecchio di questo genere vuol dire tagliare la spesa di circa il 40 per cento rispetto al gasolio e di circa il 15 rispetto al Gpl.

 

Prima dell’acquisto è bene valutare con attenzione quale modello comprare e di quale potenza. Questi due parametri sono molto importanti per effettuare una scelta mirata e che possa dare i vantaggi sperati. Un po’ di attenzione va rivolta anche alle varie tipologie del pellet stesso. Per verificare che il prodotto acquistato sia di buona qualità esistono due prove empiriche molto facili da mettere in opera: la prima è verificare che i cilindretti non si sgretolino troppo facilmente stringendoli tra le dita. La seconda consiste nell’immergere un po’ materiale in acqua, il pellet di buona qualità tende ad affondare.

 

FONTI: