Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Biotechware, da una startup italiana l’idea dell’elettrocardiogramma ovunque

  1. Home
  2. What's next
  3. Biotechware, da una startup italiana l’idea dell’elettrocardiogramma ovunque

La startup ha appena annunciato un nuovo round di investimento da 500mila euro. Il dispositivo...

Un elettrocardiografo per esami in mobilità, evitando le liste d’attesa. È questa l’innovazione con cui la start-up piemontese Biotechware si è fatta conoscere al mondo. E proprio in queste ore, l’azienda ospitata presso l'Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino (I3P) ha annunciato un nuovo round di investimento di 500mila euro da di David Trabaldo Togna, della famiglia Trabaldo Togna, e GreenTel Srl, società che opera nell'ambito delle telecomunicazioni.

CHE COS’ È CARDIOPAD PRO, L’ELETTROCARDIOGRAFO DI BIOTECHWARE

Biotechware è nata dall’idea di due giovani ingegneri informatici, Alessandro Sappia ed Enrico Manzini, che hanno brevettato CardioPAD PRO, un elettrocardiografo portatile che rende possibile la realizzazione di elettrocardiogrammi in mobilità, aggirando così l'annoso problema delle liste di attesa.

Di fatto, CardioPAD PRO permette di effettuare registrazioni professionali di Ecg (elettrocardiogrammi, ndr) e, attraverso una piattaforma cloud, di memorizzare, archiviare ed elaborare più velocemente i dati. Questi ultimi, vengono inviati in diretta al servizio di refertazione Biotechware che, grazie a una squadra di cardiologi, fornisce l’esito in breve tempo. Il referto è poi consultabile online attraverso un portale dedicato.

BIOTECHWARE: “IL FUTURO? GUARDIAMO AGLI STATI UNITI”

La startup, che aveva già vinto il premio Lamarck dei giovani di Confindustria Piemonte nel 2014 e quello di Unioncamere Innovatori d'Impresa nel 2014, grazie a questo nuovo round di investimento, potrà spingere la diffusione di CardioPAD PRO anche all’estero, in particolare negli Stati Uniti, dove è stata aperta una sussidiaria con partner locali.

“Questo supporto ci permetterà di accelerare le attività commerciali e di poter iniziare a far diventare internazionale Biotechware – ha detto il Ceo dell’azienda, Alessandro Sappia -. Il nostro obiettivo è diventare la piattaforma di riferimento per la telemedicina in Europa e negli Stati Uniti, ma siamo consapevoli che questo richiederà ulteriori investimenti nel corso del 2016-2017”.