Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Acquisti online: a Natale boom nelle vendite

  1. Home
  2. What's next
  3. Acquisti online: a Natale boom nelle vendite

Con circa 3 miliardi di euro e 10 milioni di clienti il periodo delle feste natalizie ha fatto crescere del 28% il settore dell'e-commerce, tra tecnologia, abbigliamento e turismo

È stato un felice Natale per il commercio online. Durante le feste quasi 10 milioni di consumatori hanno preferito il web per acquistare i loro regali: un incremento esponenziale rispetto al 2012 e al 2103. “Le vendite migliori di sempre” - spiega Roberto Liscia, presidente di Netcomm, il consorzio di aziende che vende online - Abbiamo raggiunto i 3 miliardi di euro, con un aumento del 28% su base annua.”

UN TREND POSITIVO

Un risultato oltre le più rosee previsioni di analisti, esperti e degli stessi commercianti, anche se i presupposti c'erano. Il trend positivo delle vendite online è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni: dal 2012 è aumentato del 12%, mentre nel 2013 il periodo natalizio ha fatto registrare un +21%.

Sebbene il periodo natalizio sia stato l'apice degli acquisti online, alcuni segnali molto positivi ci sono stati a ridosso delle vacanze, con il Black Friday e il Cyber Monday, rispettivamente l'ultimo venerdì di novembre (dopo il giorno del Ringraziamento) e il primo lunedì di dicembre. Questi due eventi, che negli USA rappresentano un atteso appuntamento per le analisi delle vendite, hanno portato una ventata di ottimismo anche nell'e-commerce italiano. A inizio dicembre si è avuto un aumento del 35% rispetto lo scorso anno, con 2 milioni di persone a comprare sul web i regali di Natale, mentre le vendite del Black Friday sono addirittura raddoppiate.

Per approfondire: L'influenza dei social network sugli acquisti natalizi


PIU' FIDUCIA NELL'E-COMMERCE

Il volume di vendite online è stato positivo in quasi tutti i settori: dall'abbigliamento ai libri e alla tecnologia, con punte elevate nel turismo grazie alla prenotazione di viaggi e pacchetti dinamici che includono anche pernottamento e servizi collaterali. Non solo smartphone, tablet o notebook tra i regali hi-tech preferiti dagli italiani, ma anche grandi elettrodomestici: un segnale di maturità del mercato e soprattutto di una maggiore fiducia dell'utente-cliente nell'acquistare online.

 

CREARE MATCHING TRA DOMANDA E OFFERTA

Con una domanda online che sembra crescere esponenzialmente, i commercianti dovrebbero sfregarsi le mani per gli affari in vista. Ma le aziende italiane sono pronte ad accogliere questo tipo di domanda ? Secondo un recente studio Istat sulla diffusione ICT nelle aziende italiane non è ancora il loro momento: pur essendo dotate di un sito web, solo l'11,5% tra loro ha all'attivo un sistema di ordinazioni online e solo un 7,3% ha concluso vendite online. Inoltre il settore è caratterizzato da un'alta concentrazione del business, con il 60% delle vendite in mano ai 20 operatori principali, per un mercato che ad oggi può contare circa 16 milioni di persone, come ha ribadito Roberto Liscia.

Leggi anche: Istat, aziende più connesse ma poco social