Sorgenia
cerca
Accedi accedi

5 fughe sostenibili da scegliere per il Capodanno

  1. Home
  2. Life
  3. 5 fughe sostenibili da scegliere per il Capodanno

Avete scelto stop con spumanti, panettoni e countodown in coro. Avete scelto basta tombolata con gli zii. Adesso scegliete la natura per il primo dell’anno

Stanchi del classico Capodanno con cenone infinito?  Delle lenticchie e uva a mezzanotte che “portano soldi”? Siete stufi del solito trenino e delle trombette e cappellini paillettati?  Voglia di una fuga dalle feste? Sceglietela sostenibile.

Abbiamo scelto per voi cinque mete che vi faranno svoltare l’inizio dell’anno. Dal safari in SudAfrica al giro in cammello nel Sahara. Dal villaggio eco-sostenibile in Liguria alla finta Lapponia tra le Dolomiti.

CAPODANNO TRA I LEONI DEL SUD AFRICA

safari.jpg

Un bel safari in Sud Africa è proprio quello che ci vuole per fuggire dal solito discorso del Presidente della Repubblica in tv. Noi vi consigliamo il safari al Kruger National Park, la più grande riserva naturale del Sud Africa, che si estende per quasi 20 mila kmq. Questo parco, grande quasi come la Sardegna è stato dichiarato dall’Unesco Riserva Internazionale dell’Uomo e della biosfera. Anziché vedere le solite facce, avrete modo di vedere la natura esattamente così com’è. Leoni, rinoceronti, bufali, iene e giraffe nel loro habitat. Cosa c’è di più selvaggio?  

MENÙ A KM 0 NELL’ECO VILLAGGIO MEDIEVALE

torrisuperiore.jpg

Se volete allontanarvi dai parenti ma restare in Italia, vi consigliamo di trascorrere il Capodanno in questo villaggio che si chiama Torri Superiori. Questo borgo del Ponente Ligure fino a qualche anno fa era abbandonato a se stesso. Una piccola comunità ha fatto rivivere questo gioiello medievale in totale eco-sostenibilità. Per il Cenone? Menù bio e a km 0. Frutta, verdura, ma anche formaggi, pane e miele, tutti realizzati e coltivati all’interno di questo piccolo borgo. 

CAPODANNO DA ESCHIMESI MA SENZA ARRIVARE IN LAPPONIA

igloo.jpg

Cosa c’è di più green che provare a dormire una notte come gli eschimesi? Per evitare il classico brindisi di mezzanotte potete scegliere di passare una notte in Igloo. Ma per assaporare la vita in una casa di ghiaccio non serve per forza volare verso la Lapponia. Basta arrivare al Villaggio Igloo di Misurina, nel cuore delle Dolomiti. Certamente dovete partire premuniti di abbigliamento termico perché farà un po’ freddo.

IL RIFUGIO SOSTENIBILE DOPO UNA DURA SCALATA

bivacco Gervasutti.jpg

Per i più intrepidi c’è un bivacco in Val D’Aosta totalmente sostenibile. Incastonato allo sperone del Monte Bianco sulla linea di confine tra Italia e Francia. Solo gli arrampicatori più esperti avranno il piacere di poter vedere un tramonto spettacolare a 2.835 metri di altezza. Il Bivacco Gervasutti è energeticamente autonomo e si alimenta con unità fotovoltaiche. Questa piccola “capanna” moderna è sempre connessa con il mondo, grazie ad una connessione internet via satellite. 

CAPODANNO IN MAURITANIA

mauritania__camels.jpg

Neve, gelo e Parenti serpenti? No, fuggiamo in Mauritania, a metà strada tra il mondo arabo e l’Africa nera. Dite addio a cenoni infiniti per fare posto ad un bel viaggio nel Sahara a bordo di un cammello. Qualche giorno per riscoprire se stessi vivendo con la popolazione dei Mauri. Cosa c’è di più eco-sostenibile che bere il tè sotto le stelle e mungere capre e cammelli sotto al sole sahariano?