Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le pmi

  1. Home
  2. What's next
  3. Voucher digitali: 100 milioni a fondo perduto per le pmi

Il Ministro Guidi ha firmato il primo provvedimento attuativo, come previsto dal Decreto Destinazione Italia: fino a 10 mila euro per le imprese che innovano i processi aziendali

Nuove risorse in arrivo per le pmi che vogliono investire nell’economia digitale. Il Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi ha firmato il decreto per l’erogazione di voucher fino a 10 mila euro a favore delle micro e piccole imprese che vogliono acquistare software o hardware e sviluppare servizi per l’e-commerce.

La “digitalizzazione” e “l’ammodernamento tecnologico” dei processi aziendali rientrano infatti tra gli obiettivi del Decreto Destinazione Italia del dicembre 2013, nell’ambito del quale è stato emanato il primo provvedimento attuativo da parte del dicastero.

Lo stanziamento complessivo dovrebbe essere di 100 milioni di euro, come indicato dal Destinazione Italia. La conferma deve arrivare dal Ministero delle Finanze.

 

FINO A 10 MILA EURO PER OGNI IMPRESA

I voucher rientrano nella categoria dei contributi a fondo perduto e hanno un valore massimo di 10 mila euro, a copertura del 50% dei costi sostenuti per gli investimenti. Le risorse saranno erogate in un’unica soluzione. Sei le categorie di spese ammissibili: miglioramento dell'efficienza aziendale, modernizzazione dell'organizzazione del lavoro, sviluppo di soluzioni per l’e-commerce, connettività a banda larga e ultra-larga, collegamento via satellite alla rete internet, formazione del personale.

 

VOUCHER DIGITALI: COME FARE DOMANDA

La domanda di partecipazione andrà inviata online tramite indirizzo di posta elettronica con firma digitale del rappresentante legale dell’azienda. Il Ministero dello Sviluppo economico fornirà le indicazioni necessarie e manterrà la funzione di controllo sulle spese oggetto di finanziamento.

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.