Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Verona, una scuola ad alta efficienza

  1. Home
  2. My generation
  3. Verona, una scuola ad alta efficienza

L’istituto Crosara di San Bonifacio è il primo edificio scolastico a ottenere la certificazione Leed Platinum

Una scuola materna ecocompatibile e ad alta efficienza energetica. Si tratta dell’Istituto Paolo Crosara, che è stato ricostruito seguendo criteri che garantiscono al sito un altissimo livello di ecocompatibilità. In seguito all’intervento, l’edificio è diventato la prima struttura scolastica a ottenere la certificazione Leed Platinum. Il nuovo fabbricato, delle stesse dimensioni del precedente, ha consumi energetici ridotti del 50% e impiega il 35% di acqua in meno.

 

Questi risultati sono stati raggiunti grazie a una scelta oculata di materiali (in primis il legno) e all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. Tra queste: un sistema di raccolta di acque meteoriche (riutilizzate per l’irrigazione di aree verdi e per i Wc), un impianto fotovoltaico e  pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria, e riscaldamento a pannelli radianti. L’impianto d’illuminazione, inoltre, è dotato di fotocellule che impostano il livello di luminosità in funzione della luce naturale esterna, abbinati a sensori che attivano l’impianto solo in presenza di persone.

 

Tutte le scelte, dunque, sono state all’insegna della sostenibilità. Nonostante questo, i costi sono stati relativamente contenuti. La committenza, infatti, aveva previsto una spesa di 1.600 euro al metro quadrato; l’introduzione della certificazione Leed ha comportato solo un lieve aumento, inferiore all’1%.

 

“L’aver realizzato un edificio con queste caratteristiche, con un extracosto così limitato dimostra che costruire sostenibile è conveniente”, spiega a Energie Sensibili Filippo Belviglieri, ingegnere di Planex, la società che ha realizzato il progetto e coordinato la realizzazione.

 

Le stime ufficiali dicono che realizzare un edificio in grado di ottenere la certificazione Leed Platinum comporta dei costi del 5% più alti, eppure a San Bonifacio è stato possibile farlo con spese molto più contenute. “Questi calcoli sono stati fatti in riferimento al mercato americano – sottolinea Belviglieri -. In Europa la situazione è diversa. Costruire seguendo le normative vigenti e utilizzando le ultime tecnologie a disposizione è già sufficiente per realizzare fabbricati in grado di ottenere la certificazione Leed Silver. Ne consegue che lo sforzo economico per raggiungere gli standard più elevati, come il Gold e il Platinum, è inferiore rispetto agli Stati Uniti”.