Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Una piccola Silicon Valley nel cuore di Roma: ecco Pi-Campus

  1. Home
  2. What's next
  3. Una piccola Silicon Valley nel cuore di Roma: ecco Pi-Campus

Un autentico ecosistema di startup che mette a disposizione di giovani imprese tecnologiche la possibilità di condividere spazi, idee e risorse.

Pi-Campus non è un semplice acceleratore di impresa ma un autentico ‘ecosistema di startup’, in cui giovani di talento condividono quotidianamente idee ed esperienze professionali”.

Con queste parole Marco Trombetti, cofounder di Pi-Campus insieme alla moglie Isabelle Andrieu e al socio Gianluca Granero, ama definire la piccola Silicon Vallery italiana che sono riusciti a creare nel quartiere EUR di Roma.

Quattro ville immerse nel verde ospitano oggi 13 imprese tecnologiche già ben avviate, con un centinaio di giovani sviluppatori che vi lavorano. Si tratta di numeri, secondo i fondatori, destinati a crescere rapidamente.

 “L’esperienza di Pi-Campus – ci spiega a Marco Trombetti -  nasce dall’osservazione del modello vincente del distretto tecnologico californiano, dove basta fermarsi ad un bar per incontrare qualcuno con cui condividere conoscenze e idee innovative. In Italia il panorama delle startup è ancora troppo frammentato e questo limita le possibilità di interazione e di crescita. Così abbiamo deciso di investire parte degli utili delle nostre stesse aziende, Traslated e Memopal, per ospitare qui da noi altre startup, per condividere idee e crescere insieme”.  

 

Leggi anche: Startup: più competitività con i giovani talenti

 

“Non si tratta però solo di condividere un ufficio – tiene a precisare Gianluca Granero – perché qui a Pi-Campus tutti gli spazi sono stati pensati per rendere la giornata lavorativa un’esperienza stimolante e positiva. Oltre al tanto verde a disposizione per rilassarsi, abbiamo anche attrezzato una cucina condivisa, un’area di book-sharing, una mini sala giochi e una piccola palestra per fare spinning. Mettiamo inoltre a disposizione degli sviluppatori una massaggiatrice, che aiuta a rilassare i muscoli del collo dopo ore e ore di lavoro al terminale”.

 I risultati del modello di Pi-Campus sembra essere di successo, attirando costantemente non solo nuove startup e nuovi giovani sviluppatori, ma suscitando anche l’interesse da parte degli investitori che vedono le grandi potenzialità di crescita delle imprese di questo ecosistema.