Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Un Natale da ciclisti: le idee regalo per gli amanti della bici

  1. Home
  2. Life
  3. Un Natale da ciclisti: le idee regalo per gli amanti della bici

Dai viaggi nelle capitali europee bike friendly agli abbonamenti di bike sharing, dai libri agli accessori: ecco i consigli per trovare sotto l’albero doni sostenibili

Da Milano a Roma, da Bologna a Palermo l’esercito degli amanti delle due ruote cresce sempre di più. E siccome il Natale è ormai alle porte, tante sono le idee regalo per chi preferisce andare a lavoro o a scuola con la bicicletta, tutelando la propria salute oltre a quella dell’ambiente. Strappare un sorriso agli amici e  ai parenti bike addicted non è difficile: c’è solo l’imbarazzo della scelta per la sorpresa da far trovare loro sotto l’albero.

 

UNA VACANZA A DUE RUOTE  

Il miglior modo per tenersi in forma, soprattutto durante le feste, è quello di percorrere quanta più strada è possibile sulla propria bici. Per questo, sarà di certo gradita una piccola vacanza sulle più belle ciclovie d’Europa: la moda del cicloturismo impazza ovunque nel mondo e, anche se le temperature non sono proprio ottimali, viaggiare pedalando è una delle idee regalo più apprezzate di sempre. In alternativa, si possono raggiungere le Capitali europee più amiche dell’ambiente, per una vacanza all’insegna della sostenibilità e della cultura, come Copenaghen, Vienna e Budapest.

 

A NATALE CONDIVIDI LA BICI  

Per chi invece vuole rimanere in città un buon consiglio è quello di regalare l’abbonamento annuale di bike sharing. In molti comuni d’Italia, infatti, la condivisione del mezzo a due ruote sta diventando una prassi consolidata. A Milano, ad esempio, la Card che permette di usufruire del servizio per i 365 giorni del 2014 costa solo 36 euro, a Torino 25 euro e a Roma ad ogni mezz’ora corrisponde una tariffa di 50 centesimi, solo per elencare i centri più grandi. In più, è possibile anche regalare l’iscrizione alle associazioni che si occupano di bicicletta, come Fiab e Ciclobby, che terranno compagnia ai vostri cari durante tutto l’anno con newsletter, notiziari e gite per le piste ciclabili più belle della Penisola.

 

GLI ACCESSORI GIUSTI 

Non mancano neppure le attrezzature necessarie. Come il campanello in ottone, che ha delle proprietà acustiche uniche per cui è facile farsi sentire anche a grande distanza con un suono penetrante; oppure comode borse da portare con sé in giro per la città. Si potrebbe optare anche per un lucchetto, meglio se pieghevole, perché garantisce il massimo della sicurezza e della compattezza. Infine, come dimenticare il casco: di ogni colore e forma, è fondamentale per chi intende mettersi sui pedali nei mesi invernali senza rischiare di prendere l’influenza.

 

UN LIBRO PER SCOPRIRE NUOVE VIE 

Infine, i libri dedicati al cicloturismo sono il regalo ideale per invogliare i più pigri a partire con bici e zaino in spalla alla scoperta di incantevoli paesaggi e città dalla storia antica. Tra questi, un must è “In bici dalla Siberia a casa” di Rob Lilwall, un viaggio di 56 mila chilometri, durato tre anni, per tornare dalla fredda Russia a Londra muniti di un solo mezzo per affrontare i pericoli: le fedeli due ruote. “L’Italia in bicicletta” di Ellee Thalheimer, invece, racconta il Belpaese con lo sguardo innamorato di un ciclista straniero che si sofferma ad assaporare borghi e cittadine, tappa dopo tappa.