Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Tutti in bici per produrre energia

  1. Home
  2. Life
  3. Tutti in bici per produrre energia

A Milano, più di 15 mila persone hanno partecipato alle Energiadi. Gemini (Socialice): “Risultati oltre alle aspettative, siamo riusciti a coinvolgere l’intera comunità”

Sessantamila wattora e più di quindicimila persone coinvolte. È questo il bilancio delle Energiadi, la manifestazione nata per promuovere l'energia sociale in movimento, a favore dello sviluppo sostenibile. L’iniziativa ha messo in competizione le nove zone del comune di Milano, che si sono sfidate a colpi di pedale in una gara a chi produce più energia.

 

I risultati ottenuti sono andati oltre alle aspettative – commenta ad Energie Sensibili Germano Gemini dell’Associazione Socialice che ha organizzato la manifestazione –. Si trattava della prima edizione, eppure, siamo riusciti a coinvolgere un gran numero di persone”.  

 

Da novembre a marzo, gli oltre cinquemila ragazzi dei 18 istituti scolastici coinvolti hanno cercato di produrre il maggior numero di watt possibile, attraverso i Bike Energy System (delle particolari bici collegate a dinamo), installate direttamente nelle scuole che partecipanti.

 

A vincere la competizione è stata la Zona 4, con gli istituti “Tito Livio” e “Sottocorno”. In seconda posizione  la Zona 6 con la primaria e secondaria Ilaria Alpi.  Terza classificata, infine, la Zona 3 con gli istituti Bacone e Quintino Divona. I primi classificati si sono aggiudicati un premio di 10 mila euro.

 

Proprio le scuole erano il fulcro delle Energiadi. Agli studenti, infatti, era affidato il compito di coinvolgere nella gara le associazioni e gli abitanti della zona, per trasformare il loro quartiere in una centrale sostenbile. Ovviamente anche gli alunni hanno pedalto. Per insegnare ai più giovani il valore dell’energia, sono state organizzati dei laboratori (532 ore in totale), nel corso dei quali si sono alternati in sella ai Bike Energy System.

 

“Vedere non solo  ragazzi, ma tutta la comunità coinvolta in una manifestazione a favore della sostenibilità è stato un grande traguardo. Credo che creare una ‘sinergia generazionale’ sia importantissimo per diffondere la cultura dell’uso razionale dell’energia. L’intenzione, per i prossimi anni, è di estendere l’iniziativa e portare le Energiadi anche in altre città”.

 

Dello stesso parere anche Francesco Cappelli, Assessore all’Educazione e Istruzione del Comune che, lunedì 27 maggio, ha premiato i vincitori. “Questa esperienza è una metafora di come si costruisce la cittadinanza partendo dall’impegno di tutti -  ha detto Cappelli -. Infatti, quanto più insieme ‘pedaliamo’, tanto meglio siamo in grado di servire i bisogni di tutti. Le Energiadi sono un progetto importante che aiuta i ragazzi a crescere con l'idea del risparmio energetico e con il senso responsabilità verso l'ambiente”.