Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Turismo sostenibile, in provincia di Napoli il B&B è eco-compatibile

  1. Home
  2. My generation
  3. Turismo sostenibile, in provincia di Napoli il B&B è eco-compatibile

Riqualificazione dell’edificio e attenzione al risparmio energetico alla base del successo della struttura, premiata dal Legambiente con l’Oscar dell’Ecoturismo 2013

Fare turismo sostenibile e responsabile è più bello, non solo per chi viaggia e conosce posti nuovi, ma anche per chi offre servizi e si occupa di ricettività. Lo sanno bene le strutture premiate lo scorso febbraio da Legambiente con gli Oscar dell’Ecoturismo 2013. Dall’uso delle rinnovabili ai sistemi di risparmio energetico, dalla gestione dei rifiuti alla qualità del cibo, senza però dimenticare anche gli aspetti legati al benessere dei visitatori, che comprendono le attività didattiche, le forme di mobilità dolce contemplate e la promozione del territorio. Sono ben 400 aziende che hanno fatto della green economy e delle vacanze amiche dell’ambiente la propria filosofia.

Tra queste, il prestigioso riconoscimento è andato anche al bed and breakfastIl giardino di Tonia” di Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Gestito dalla famiglia che vi abita e situato al primo piano di un palazzo d’epoca nella città del sito archeologico di Oplontis, la struttura è stata premiata nella categoria “Amici del Clima”. Riqualificazione dell’edificio e attenzione al risparmio energetico attraverso interventi rivolti all’efficienza termica sono tra i motivi che hanno portato la statuetta nel B&b campano.

“Abbiamo cominciato questa attività nel 2008 – ha raccontato ad Energie Sensibili Aldo Avvisati che insieme alla moglie Bruna Scafa gestisce la struttura – soprattutto spinti dalla voglia di mostrare la bellezza del nostro territorio, quello della Provincia di Napoli, troppo spesso noto solo per le sue criticità ambientali e non solo. Volevamo semplicemente dare la possibilità a chi viene da fuori di guardare queste zone con un occhio diverso, soffermandosi sulle energie positive e sui dettagli”.

Grande attenzione è riservata alla mobilità sostenibile: sono infatti incentivati dai gestori del B&B percorsi turistici praticabili senza automobile. Ma la novità de “Il giardino di Tonia” è anche altrove. “Io e mia moglie siamo sempre stati attenti alle tematiche ambientali – ha continuato Aldo Avvisati -. Così abbiamo sostituito il tetto del palazzo con un cappotto termico che fa aumentare la coibentazione e diminuire la dispersione termica. Abbiamo installato pannelli fotovoltaici per il fabbisogno di tutto il primo piano dell’edificio, dove appunto si sviluppa il B&B. In più, nel 2011 abbiamo riqualificato la struttura utilizzando vernici e altri materiali eco-compatibili”.

La famiglia di Aldo e Bruna ha messo a disposizione dei turisti la propria casa. “La formula del B&B può essere una leva straordinaria per un tipo di vacanza sostenibile e responsabile – ha concluso il gestore -. Chi viene da noi vive a stretto contatto con la nostra realtà, scoprendone bellezze e storia. Soprattutto per queste terre in provincia di Napoli, di cui spesso anche i media propongono solo il lato negativo, questa soluzione è ideale per scoprire luoghi e persone diversi e alimentare una micro-economia che sostiene tutto il territorio”. 

 

@Idart87


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.