Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Temporary export manager: dal Mise 20 milioni per le pmi

  1. Home
  2. What's next
  3. Temporary export manager: dal Mise 20 milioni per le pmi

Da giugno un voucher per le imprese che vogliono internazionalizzarsi. Il Vice ministro Calenda: “Circa il 75% delle aziende che utilizzano questa figura professionale riescono a imporsi sui mercati esteri”

Stringere accordi economici con paesi anche molto lontani, aprire nuove sedi all’estero, portare il proprio business oltre i confini italiani, magari con l'aiuto di figure specializzate come i temporary export manager. In una parola: internazionalizzazione.

Oggi è questa la strada che gli imprenditori devono percorrere se vogliono continuare a crescere e rimanere competitivi. Ne è convinto il Ministero dello Sviluppo Economico, che vede nell’export manager una figura professionale chiave per realizzare questo processo.

“Si tratta però di un investimento oneroso - sottolinea il Vice ministro del Mise, Carlo Calenda – che non tutte le aziende, soprattutto quelle di piccole dimensioni, possono permettersi”.

 Per questo motivo, a partire proprio dal prossimo giugno, il Ministero mette a disposizione un vocucher da 10mila euro per le aziende che vogliano investire in un temporary export manager.

 

Leggi anche: Contratti di rete: le pmi italiane alla conquista dei mercati stranieri