Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Smart city e smart citizens, due donne ospiti a Colazioni Digitali

  1. Home
  2. What's next
  3. Smart city e smart citizens, due donne ospiti a Colazioni Digitali

Ne discuteranno rispettivamente Roberta Cocco e Francesca Bria, esperte che si stanno occupando della trasformazione digitale di due grandi città europee, al prossimo appuntamento del 6 giugno

Milano e Barcellona, due metropoli europee innovative e dinamiche, che guardano avanti e rendono la vita dei propri cittadini semplice, a prova di click. Ma gli abitanti sono già pronti a vivere questa evoluzione? Se da un lato, l’innovazione e le nuove tecnologie sono in funzione e al servizio del cittadino, quest’ultimo deve imparare a utilizzarle per ristabilire il significato originario di comunità. 

"Smart city e smart citizens", qual è il vero significato di queste parole e come si lavorerà in futuro per renderle quotidianità? Ne discuteremo nel prossimo appuntamento delle Colazioni Digitali, in compagnia di due donne che dell'innovazione ne hanno fatto il loro pane quotidiano: Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione Digitale di Milano e Francesca Bria, Chief Tecnology e Digital Innovation Officer di Barcellona.

Segnate in agenda le Colazioni Digitali del 6 giugno presso la sede milanese di Sorgenia: vi aspettano caffè, brioche e un evento ricco di spunti interessanti. Come i precedenti, l’appuntamento sarà condotto da Massimo Sideri, Responsabile editoriale di Corriere Innovazione ed editorialista del Corriere della Sera

 

"MOBILE FIRST, ONE CLICK", LA STRATEGIA MILANESE 

Di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e connettività sempre più veloce, ne è un esempio virtuoso Milano. Da anni la città è prima in classifica delle smart city della Penisola. Ma questo non basta, secondo Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, ed ex top manager di Microsoft. 

Le innovazioni digitali nei servizi offerti dalla città, secondo l'assessore milanese, devono permettere ai cittadini di semplificare e aumentare la qualità della loro vita. L’intelligenza di una città innovativa è sterile e fine a stessa se non pone al centro le persone stesse. Per questo motivo, sarebbe più adeguato parlare di smart citizen e non di smart city.

Ai cittadini interessano i servizi, che dovrebbero essere sempre più accessibili in pochi e semplici passaggi. La Pubblica Amministrazione dovrebbe trasferirsi online così da ottimizzare il tempo dei cittadini, evitando la formazione di code agli sportelli e gli spostamenti in auto. Un sempio? La possibilità di pagare direttamente da un device mobile una multa, un parcheggio o una bolletta. Milano, da questo punto di vista, ha intrapreso la strada per un’educazione digitale rivolta a tutti, dai giovani agli anziani, nessuno escluso.

La strategia di Roberta Cocco è “mobile first, one click”, ovvero mettere a disposizione sugli smartphone i servizi, semplificando le azioni da compiere. 

 smartcitizen_sorgenia.jpg

 

FRANCESCA BRIA, AL CENTRO DELLE SMART CITY I BISOGNI DELL’UOMO 

Il lavoro di Francesca Bria, Chief Tecnology e Digital Innovation Officer della città di Barcellona, prova a riportare i cittadini sullo stesso piano della tecnologia digitale. La sua idea è quella di progettare e ripensare una nuova idea di smart city sostenibile e più partecipata. I cittadini non devono essere controllati dalla tecnologia, devono mantenere il controllo e difendere i propri valori e diritti. Secondo l'esperta di digital transformation, i servizi devono rispondere alle necessità reali della città e dei cittadini. Servizi che la stessa città ha sviluppato, grazie all’utilizzo dei dati che i cittadini liberamente hanno deciso di donare.

È fondamentale costruire un ponte tra i cittadini e le istituzioni, favorendo la trasparenza, lo scambio di idee e la partecipazione collettiva. Il motto di Francesca Bria è “una smart city non può esistere senza smart citizens”.

Un esempio di successo è Decidim (in italiano “decidiamo.Barcellona”), la piattaforma di democrazia partecipata realizzata nel 2016 dall'amministrazione comunale della città catalana. Una piattaforma open-source gestita da una comunità per far crescere informazione e dialogo tra i cittadini. Infatti, essa non fornisce solo servizi online, ma forma e informa gli abitanti attraverso corsi gratuiti, eventi aperti e assemblee di quartiere. 

 

L’APPUNTAMENTO 

Il prossimo appuntamento delle Colazioni Digitali è fissato per giovedì 6 giugno 2019, ore 09:00. L’evento si svolgerà presso la sede di Sorgenia, in via Alessandro Algardi, 4 a Milano.

L’ingresso è libero e gratuito, previa prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti.

Per prenotare il vostro posto, scrivete a: colazionidigitali@sorgenia.it

 

Le Colazioni Digitali di Corriere Innovazione in Sorgenia si pongono l’obiettivo di promuovere la cultura del rinnovamento in ogni aspetto della nostra vita. Dallo sport all’architettura, dalla musica alla salute, dall’energia all’impresa, dalla società al design fino ad arrivare all’istruzione. Un format giovane per conversazioni con personalità chiave in ciascun ambito tematico, guidate dai migliori giornalisti di Corriere della Sera per imparare a leggere i cambiamenti in atto nella società offrendo un “assaggio di futuro”.