Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Sfiatare i termosifoni, ecco come si fa

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Sfiatare i termosifoni, ecco come si fa

Togliere l'aria dai radiatori consente di risparmiare energia e sui costi in bolletta. L’operazione va ripetuta almeno una volta all’anno, all’inizio della stagione fredda

Quando andiamo a riaccendere i termosifoni di casa, dopo diversi mesi di inattività, potremmo notare un fastidioso gorgoglìo. La presenza di questo suono significa che si sono formate delle bolle d’aria che impediscono la libera circolazione dell’acqua all’interno del calorifero. Il risultato è che l'aria nei termosifoni non li farà riscaldare in maniera uniforme, con una minore resa da parte del sistema di riscaldamento e un aumento dei consumi. Per ovviare a questo problema è necessario sfiatare i termosifoni. Prima cosa munitevi di una bacinella e individuate la valvola di sfiato del termosifone.

Ecco una breve guida che vi aiuterà nell'operazione in tre semplici passaggi.  

Leggi anche: Termosifoni, quando riaccenderli e come fare la manutenzione 

 

SFIATARE I TERMOSIFONI: COME FARE

Eliminare, infatti, l’aria dai termosifoni è una operazione molto semplice, che richiede di essere eseguita almeno una volta all’anno, in genere all’inizio della stagione fredda: ciò consente di avere costi del gas più bassi perché la presenza di bolle d’aria nell’impianto di riscaldamento riduce l’efficacia termica dei radiatori, che rimangono freddi, ed aumenta il consumo della caldaia. Per questa operazione non serve necessariamente una mano esperta, ma basta seguire alcune pratiche indicazioni.

Leggi anche: Cinque consigli per tagliare la bolletta dei termosifoni

Tutto ciò che vi occorre è una bacinella o un qualsiasi altro recipiente. Per prima cosa, bisogna controllare che i termosifoni siano aperti. Se non lo sono, bisogna ruotare la manopola di cui è dotato ogni calorifero in senso antiorario fino alla fine della corsa. Se l’impianto è autonomo, basta spegnere la caldaia dall’interruttore elettrico ed aumentare la quantità di acqua che vi circola, agendo sulla cosiddetta manopola a farfalla. A questo punto, aprite lentamente la valvola di sfiato del radiatore per farvi uscire l’aria.  

TOGLIERE L'ARIA: LA VALVOLA SFIATO DEL TERMOSIFONE

L'operazione è molto semplice, basta munirsi di un recipiente e individuare la valvola di sfiato del termosifone. Questa valvola è posizionata, in genere, nella parte alta del calorifero, nel verso opposto di quella di apertura e chiusura.

Dopo aver posizionato il recipiente sotto la valvola di sfiato del termosifone, allentatela e lentamente cominceranno a uscir fuori aria e gocce d’acqua, fino a quando non ne verrà fuori un getto costante, il che testimonia che la bolla d’aria sta per esaurirsi.

SFIATARE I TERMOSIFONI: CONTROLLARE IL MANOMETRO

Il passaggio successivo che permette di accertate che sia uscita l'aria nei termosifoni, è verificare la pressione della caldaia. Controllate che il manometro, che serve a misurare la pressione dell’acqua nei caloriferi, riporti la freccetta posizionata tra il numero 1 e il numero 2. Se così non fosse aprite con cautela il rubinetto di carico dell’acqua della caldaia che solitamente è posto sotto la caldaia stessa.

SFIATARE I TERMOSIFONI: RIACCENDERE LA CALDAIA 

L'ultimo passaggio prevedere la riaccensione della caldaia. Una volta alzata la temperatura del termostato a 18°, controllate che il vostro termosifone si scaldi uniformemente. Se dopo qualche minuto è ancora freddo nella sua parte alta, vuol dire che la bolla d’aria è ancora presente e che l’operazione di sfiatamento va proseguita. 

Per approfondire: Tutto quello che c'è da sapere sulle detrazioni per i termosifoni

 


 

FONTI