Sorgenia
cerca
Accedi accedi

R&S e crescita sostenibile: il Mise investe 524 milioni per le imprese

  1. Home
  2. What's next
  3. R&S e crescita sostenibile: il Mise investe 524 milioni per le imprese

Con 271 domande presentate tra pmi e grandi aziende, la circolare pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico illustra come richiedere le erogazioni e l'attuazione del piano

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il 9 aprile una circolare con indicazioni e chiarimenti sulle modalità inerenti alle richieste di erogazioni e attuazioni degli interventi previsti dal Bando R&S Fondo crescita sostenibile.

 

MEZZO MILIARDO DI INVESTIMENTI

L'iniziativa, inserita all'interno del Programma Horizon 2020, ha messo a disposizione un investimento complessivo di 524.928.991,19 euro attraverso il Fondo per la crescita sostenibile,

destinato a pmi (per il 61%) e grandi imprese (il 39%) che intendono investire in progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. I progetti devono prevedere un ammontare di spese complessivo tra 800mila e 3 milioni di euro, da presentare singolarmente o in forme di cooperazione fino a un massimo di tre soggetti proponenti.

 

IN DUE GIORNI 271 DOMANDE

La risposta delle imprese è stata veloce e positiva: lo sportello per le agevolazioni è stato chiuso per esaurimento delle risorse messe a disposizione dopo solo due giorni. Nel dettaglio in questo breve lasso di tempo sono state presentate 185 domande di agevolazione da parte di pmi (di cui 101 medie e 84 piccole) per un ammontare di 319.110.346 euro; sono 86 invece le grandi imprese che hanno richiesto le facilitazioni per un totale di 205.818.654 euro. Le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento in una percentuale che varia in base alla grandezza delle imprese: per le piccole si copre fino al 70% delle spese ammissibili, il 60% per le medie e il 50% per le grandi. Questo tipo di finanziamento ha una durata massima di 8 anni e un tasso agevolato del 20% in base all'aliquota di riferimento stabilita dalla Commissione europea.

 

DAL NORD IL MAGGIOR NUMERO DI PROPOSTE

I progetti di ricerca e sviluppo presentati riguardano essenzialmente 4 ambiti: “Fabbricazione e trasformazioni avanzate” ( con 77 proposte, pari al 28,4%); “Tecnologie per realizzare gli obiettivi posti da Horizon 2020” (con 64 proposte, pari al 23,62%); “Materiali avanzati” (con 56 proposte pari al 20,6%) e infine “Tecnologie dell'Informazione e della comunicazione” (con 55 proposte e il 20,3% sul totale).

Su un totale di 271 progetti, solo 28 sono stati presentati da aree del sud Italia, contro i 161 delle regioni settentrionali e gli 82 del centro. Nello specifico la regione più attiva è stata la Lombardia con 66 domande presentate e un importo complessivo previsto di 127.586.863 milioni di euro, seguita dall'Emilia Romagna con 52 domande e 107.900.543,54