Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Risparmio e innovazione, il Manifesto per l'energia del futuro

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Risparmio e innovazione, il Manifesto per l'energia del futuro

Edison, ENGIE e Sorgenia hanno presentato proposte, principi e obiettivi per raggiungere il processo di liberalizzazione del mercato energetico

Costruire le regole per un mercato dell'energia più aperto così da avvicinarlo alle esigenze e ai bisogni dei consumatori e delle imprese. È questo lo scopo del Manifesto per l'energia del futuro che è stato presentato oggi a Roma da Edison, ENGIE e Sorgenia, tre dei principali operatori del mercato.

 

OBIETTIVI

Il Manifesto propone i principi e gli obiettivi che potranno accompagnare e caratterizzare la completa liberalizzazione del mercato finale dell'energia per consentire ai cittadini e alle imprese di godere finalmente dei benefici di un mercato pienamente competitivo.

Prendendo spunto dalle esperienze di altri Paesi e di altri settori, il documento chiede di stabilire regole semplici ed efficaci che consentano di rendere i consumatori protagonisti consapevoli delle proprie scelte.

Alla tavola rotonda hanno partecipato diversi ospiti: i dirigenti delle tre imprese promotrici, alcuni membri della Commissione Attività produttive, commercio e turismo di Camera e Senato, i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e delle piccole e medie imprese oltre a vari esperti del settore energetico e dell'innovazione.

 

DDL CONCORRENZA

I contenuti del Manifesto vogliono essere un contributo propositivo anche alla discussione parlamentare attualmente in corso sul Disegno di legge sulla concorrenza. La proposta legislativa, infatti, contiene misure che permetteranno il completamento del processo di liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica e del gas iniziato 15 anni fa. È un'iniziativa urgente ed essenziale per garantire al nostro Paese di prepararsi a una delle più grandi sfide che abbiamo davanti: l'innovazione energetica, per un consumo consapevole e sostenibile.

 

I QUATTRO PRINCIPI CARDINE

Il Manifesto racconta “il mercato che vogliamo” attraverso quattro principi cardine intorno ai quali disegnare un mercato energetico che abbia come protagonista il cliente.

Il risparmio è il primo punto che caratterizza il documento. “Il consumatore che sceglie l'offerta più conveniente già oggi può risparmiare sulla fornitura energetica. - si legge nel Manifesto.- Domani dovrà avere a disposizione sempre più occasioni per ottimizzare il consumo della sua famiglia e della sua impresa, in modo semplice ed efficace”.

Il secondo tema al centro del dibattito è la sostenibilità, intesa come benessere ambientale attraverso il risparmio energetico. Il terzo punto cardine è l'innovazione: grazie all'uso intelligente delle tecnologie e alla digitalizzazione si potrà ottenere una maggiore efficienza per il sistema, andando incontro ai bisogni dei consumatori. Infine, l'ultimo argomento che caratterizza la proposta è “Nessuno escluso”, ovvero il potenziamento degli strumenti di tutela dei più deboli con la revisione del bonus sociale.

 

IL DIGITALE LA CHIAVE PER UN SERVIZIO MIGLIORE

Il Presidente di Sorgenia Chicco Testa è intervenuto per presentare uno dei due dibattiti della giornata, “Il mercato che vogliamo: innovare, scegliere, risparmiare. Nessuno escluso”. Nella sua introduzione si è parlato di nuove tariffe facili e comprensibili a tutti, di trasparenza delle offerte e di chiarezza da parte degli operatori.

 

 

Al dibattito ha preso parte anche Gianfilippo Mancini. L'Amministratore Delegato di Sorgenia si è soffermato su un esempio pratico di efficienza che potrebbe far risparmiare fino a 150 euro mettendo il mercato nelle mani dei clienti.