Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Riqualificazione edilizia: il Protocollo per formare i professionisti

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Riqualificazione edilizia: il Protocollo per formare i professionisti

Siglato un accordo tra il Consiglio nazionale degli architetti e i sindacati di categoria per l’aggiornamento dei lavoratori e la rigenerazione del patrimonio immobiliare italiano

Valorizzare le professioni e i lavori legati alla green economy attraverso la rigenerazione del patrimonio edilizio in chiave sostenibile e l’efficienza energetica. È questo in sintesi l’obiettivo del Protocollo d’Intesa siglato tra il Consiglio nazionale degli Architetti e l’Ordine di Roma e le organizzazioni sindacali Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. L’accordo prevede la realizzazione di progetti di formazione e di divulgazione dei criteri di efficienza e contenimento dei consumi di energia negli edifici sia pubblici che privati.

Largo spazio anche all’utilizzo dei materiali eco-compatibili, sia per la riqualificazione del patrimonio esistente che per le nuove costruzioni. Questi devono, però, essere coniugati all’innovazione tecnologica nella progettazione ed esecuzione degli edifici per migliorare la qualità ambientale, l’uso consapevole delle risorse e diffondere la cultura della sostenibilità. Anche le Istituzioni sono chiamate a fare la loro parte, impegnandosi a recuperare, riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico e privato e valorizzare il risparmio e l’efficienza energetica, massimizzando gli effetti positivi sull’ambiente.

 

SOSTENERE IL COMPARTO DELL'EDILIZIA EFFICIENTE

Il protocollo è nato anche per dare nuovo ossigeno ad un settore duramente colpito dalla crisi economica. Così, architetti e sindacati hanno sottolineato che “riaprire i cantieri della riqualificazione del patrimonio edilizio e delle città è la strada prioritaria per tornare a creare lavoro, agganciare la ripresa e dare risposta ai problemi delle famiglie, sfruttando le opportunità dalle risorse previste dalla programmazione europea 2014-2020 proprio per l’efficienza energetica e le aree urbane”.

Saranno proposti, sempre nell’ambito dell’accordo, percorsi formativi di alta specializzazione per i professionisti e i lavoratori del settore, e di riconversione professionale. Presso le amministrazioni comunali verrà inoltre promossa l’adozione di regolamenti edilizi sostenibili, mentre gli enti territoriali verranno incentivati a lavorare con strumenti di programmazione territoriale e finanziaria e di pianificazione ad impatto zero.

 

RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE

Soddisfatti i progettisti. Secondo gli architetti, infatti, “le politiche di rigenerazione urbana sostenibile sono un’irripetibile ed improrogabile occasione per stimolare concretamente la riqualificazione architettonica, ambientale, energetica e sociale delle città italiane che può essere realizzata attraverso la trasformazione delle città ed il risparmio energetico”.

 

@Idart87


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.