Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Renzi al Senato: “Eco-innovazione e tutela del territorio”

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Renzi al Senato: “Eco-innovazione e tutela del territorio”

I punti sull’ambiente del discorso del presidente del Consiglio all’aula di Palazzo Madama, prima del voto di fiducia

Innovazione tecnologica per un’economia verde e tutela del territorio. Matteo Renzi ha parlato anche di ambiente, energia e dissesto idrogeologico nel suo discorso di presentazione al Senato, prima del voto di fiducia sul Governo arrivato nella notte di lunedì 24 febbraio con 169 voti favorevoli e 139 contrari.

“Nel Piano per il lavoro che presenteremo a marzo ci sarà una sorta di piano industriale per i singoli settori, inteso non semplicemente come il sussidio o l'intervento su ogni singolo settore, ma come il bisogno di andare a inventarsi nuovi posti di lavoro: sulle energie alternative, sulla chimica verde, sull'innovazione tecnologica applicata alla ricerca, sugli investimenti veri e profondi che si possono fare contro il dissesto idrogeologico”.

 

Il presidente del Consiglio, oggi all’esame della Camera, ha sottolineato come la ricerca tecnologica applicata al verde possa rappresentare non solo un volano economico ma il vero motore dello sviluppo per l’Italia del futuro.

“Quanto potremmo discutere su come ambiente, agroalimentare e attenzione a un'innovazione tecnologica applicata al verde siano parti costitutive della sfida del futuro che noi vogliamo? Vogliamo fare una frase fatta al riguardo o forse dobbiamo accelerare non soltanto il cantiere fisico, che è già avviato, ma anche il cantiere mentale per permettere ad Expo di essere un grande traino per tutto il Paese? Da questo punto di vista, quanto accadrà nel 2015 a Milano (e non soltanto a Milano, stanti i patti di collaborazione che le varie amministrazioni comunali e regionali che si sono succedute hanno siglato, anche con altre realtà del territorio) è sicuramente un pezzo di riferimento del futuro che noi immaginiamo”.

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.