Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Prestiti agevolati a pmi e mid-cap: in arrivo 250 milioni

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Prestiti agevolati a pmi e mid-cap: in arrivo 250 milioni

Finanziamenti a condizioni migliori rispetto al mercato grazie a un accordo tra Banca europea degli investimenti e Regione Lazio

In arrivo 250 milioni di euro in prestiti agevolati per le pmi e le mid-cap del Lazio. La Banca europea degli investimenti e la Regione Lazio hanno firmato un accordo che mette a disposizione delle imprese locali somme fino a 10 milioni di euro da restituire in un periodo da due a 12 anni, che sale a 15 anni nel caso di investimenti legati al settore dell’efficienza e delle rinnovabili. Il provvedimento riguarda tutti i settori economici, ad esclusione delle attività finanziarie, immobiliari, d’azzardo e altre industrie in base a criteri di selezione definiti dalla Bei.

Il meccanismo prevede che la Banca europea degli investimenti liberi, su richiesta della Regione, risorse per 125 milioni di euro in 5 lotti da 25 milioni ciascuno, da attribuire agli istituti finanziari. Questi ultimi, a loro volta, avranno da 30 a 60 giorni per sottoscrivere l’accordo e impegnarsi a erogare alle imprese del Lazio prestiti per un ammontare doppio (quindi fino a 250 milioni complessivi) alle migliori condizioni praticate dalla Bei rispetto al mercato. Ciò vale sia in termini di tassi d’interesse che di durata dei prestiti. A supporto delle pmi con meno di 50 dipendenti, la Regione si impegna a pagare gli interessi sul prestito con uno stanziamento di 10 milioni di euro.

Sono 19 gli istituti di credito che possono partecipare al progetto; requisito fondamentale è che abbiano almeno 30 sportelli nel Lazio. Ogni banca può presentare un’offerta per uno o due lotti, e manifestare interesse anche per un terzo lotto.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha sottolineato come il sostegno alle piccole e medie imprese sia “una delle priorità di questa amministrazione: abbiamo bisogno di ridare linfa all'economia e questo accordo rappresenta un ulteriore passo per raggiungere questo obiettivo”. Soddisfatto anche l’assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Fabiani: “Il bando – ha detto – è un ulteriore passo in avanti nella strategia regionale di lotta contro il credit crunch e per il sostegno al credito delle imprese, in specie quelle piccole. Grazie anche alla collaborazione con le istituzioni europee, una volta espletata la gara e concluse tutte le relative formalità, le aziende laziali potranno avere a disposizione 250 milioni di euro a tassi molto competitivi, più o meno quelli delle loro concorrenti tedesche”.

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.