Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Pmi del tessile: 10 interventi per risparmiare energia

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Pmi del tessile: 10 interventi per risparmiare energia

Gran parte del consumo dovuta ai motori elettrici. La sostituzione di 500 lampadine fluorescenti con lampade a LED è un investimento che si recupera in cinque anni

Coprire il fabbisogno elettrico e termico. Sono le due priorità energetiche di un’impresa e anche gli ambiti in cui si può intervenire con misure per l’efficientamento. Gli investimenti, però, possono essere onerosi; per questo è importante conoscere i benefici reali di soluzioni innovative per le aziende.

 

RISPARMIARE SULLA COPERTURA DEL FABBISOGNO ELETTRICO

Gli interventi di tipo elettrico possono essere sulla cabina elettrica, sull’illuminazione anche se circa ¾ del fabbisogno di elettricità dell’industria è legato al consumo dei motori elettrici. Secondo dati Enea per il progetto “Energia su misura” il costo di un apparecchio da 15 kW con coefficiente di carico al 75% e rendimento all’87% in funzione per 3840 ore l’anno grava quasi al 100% sulla bolletta elettrica, mentre le spese di acquisto e manutenzione rappresentano una piccolissima voce in bilancio. Migliorare la performance energetica del sistema produttivo vuol dire allora anche valutare la possibilità di installare motori elettrici ad alta efficienza.

La sostituzione di 500 lampadine fluorescenti con lampade a LED è un investimento che si recupera in cinque o sei anni (a seconda se si beneficia o meno dei certificati bianchi) e in 20 anni garantisce un risparmio di 15/18 mila euro.

 

(Fonte: Enea)

 

INTERVENTI PER LA GESTIONE DEL FABBISOGNO TERMICO

Gli interventi di tipo termico riguardano ad esempio i generatori di vapore o calore, gli impianti di distribuzione e quelli HVAC (heatingm ventilation and air conditioning). In un generatore di calore hanno luogo tre tipi di perdite: nei fumi, per incombusti e per irraggiamento. Per quanto riguarda la distribuzione del vapore, una soluzione ottimale è quella di coibentare le tubature: rispetto alla tubazione nuda le dispersioni si riducono fino al 90%. Misure sugli impianti HVAC possono essere ad esempio di installazione di termostati intelligenti o di barriere mobili alle fughe di calore, oltre agli interventi sulla struttura edilizia (cappotto termico, intonaco isolante).

 

DIECI INTERVENTI PER MIGLIORARE L’EFFICIENZA IN AZIENDA

Sempre per il programma Energia su misura l’Enea ha individuato 10 interventi per l’industria tessile e l’abbigliamento:

1)      Installazione di motori ad alta efficienza

2)      Aria compressa: contenimento delle perdite di rete

3)      Aria compressa: diminuzione della temperatura di aria di aspirazione

4)      Aria compressa: diminuzione della pressione

5)      Installazione inverter su pompe di rilancio

6)      Accumulo del freddo

7)      Coibentazione linee vapore

8)      Rifasamento

9)      Sostituzione cinghie trapezoidali con cinghie dentate

10)   Installazione trasformatori a basse perdite

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.