Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Pmi, 11 milioni di euro per l'innovazione e il design

  1. Home
  2. What's next
  3. Pmi, 11 milioni di euro per l'innovazione e il design

La Commissione europea ha dato il via libera ai finanziamenti per favorire le imprese legate al design che non riescono a raggiungere il mercato. Le domande si potranno presentare entro il 23 luglio 2015

La Commissione europea ha deciso di lanciare un bando, stanziando 11,2 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese che producono beni e servizi di consumo legati al design.

L’aiuto è destinato alle aziende che dispongono di tecnologie all'avanguardia ma che al tempo stesso non riescono a raggiungere il mercato, trovando sbarramenti alla commercializzazione.

 

I DESTINATARI

I soggetti ammessi al bando devono essere persone giuridiche, piccole e medie imprese singole o sotto forma di consorzio, organismi registrati ai sensi del diritto nazionale, enti pubblici e privati in tutto o in parte.

Nel caso di un consorzio, esso deve essere guidato da una Pmi e può includere partner come università, istituzioni di educazione, servizi di supporto, organizzazioni di ricerca e tecnologia, altre imprese o persone giuridiche.

 

CONTRIBUITI E SCADENZA

Le risorse serviranno a finanziare 12-14 progetti per investimenti legati a nuove tecnologie all'avanguardia che rispondano alle esigenze dei clienti.

Il contributo potrà coprire fino al 50% delle spese ammissibili con una ripartizione dei fondi compresa fra 800mila e 1 milione di euro per le singole imprese.

Le domande con le proposte dei progetti dovranno essere presentate in formato elettronico entro le ore 17 di giovedì 23 luglio 2015 all'indirizzo easme-cosme-design-call2015@ec.europa.eu.

 

INSERIMENTO NEL MERCATO CON LA TECNOLOGIA

Lo scopo principale è aiutare le piccole e medie imprese a ridurre il time-to-market, il tempo che intercorre dall'ideazione di un prodotto alla sua effettiva commercializzazione, delle soluzioni innovative. L'obiettivo è quello di migliorare la competitività delle imprese europee favorendo l'inserimento nei mercati mondiali.

 

Infatti, uno dei problemi principali è rappresentato dall'alto numero delle Pmi e dalla loro conseguente frammentazione con notevoli difficoltà a inserirsi nel circuito del commercio.

Per questo motivo si punta a sostenere le aziende attraverso lo sviluppo del digitale per favorire il design e la creatività implementando modelli di business innovativi che rispondano alle tendenze attuali e future del mercato.