Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Piccoli comuni in festa con “Voler bene all’Italia”

  1. Home
  2. Life
  3. Piccoli comuni in festa con “Voler bene all’Italia”

La campagna di Legambiente compie 10 anni: tanti gli eventi in programma il prossimo 2 giugno alla scoperta del paesaggio, dei sapori locali e delle tradizioni

Il 2 giugno, quest’anno, non si celebra soltanto la festa della Repubblica italiana. Mentre la maggior parte degli occhi dei nostri connazionali saranno puntati sulle manifestazioni ufficiali in programma in tutta la Penisola, migliaia di piccoli comuni festeggeranno “Voler bene all’Italia”, la giornata nazionale promossa da Legambiente che dal 2004 valorizza le eccellenze della nostra terra, le opere d’arte, i prodotti tipici, le tradizioni e il paesaggio. Tantissimi saranno i borghi da Aosta a Palermo che rivendicheranno, con eventi straordinari, il loro contributo all’identità nazionale e la loro voglia di futuro.

L’associazione ambientalista da sempre sottolinea l’importanza di questi centri, favorendo con questa campagna l’attivazione di alleanze strategiche tra i territori che condividono un progetto di sviluppo fondato sulla tutela dell’ambiente e dell’ecosostenibilità, attraverso la rete di Piccola Grande Italia che promuove azioni e impegni concreti delle amministrazioni. D’altronde, sono state queste le prime ad investire nelle energie rinnovabili, nelle economie verdi, nell’agricoltura biologica e di qualità, oltre che nel riciclo dei rifiuti e nell’innovazione tecnologica, prima ancora che le grandi città.

Si tratta di una realtà consistente. Basti pensare che il 72% degli oltre 8 mila comuni italiani conta meno di 5 mila abitanti, in cui vivono circa 10 milioni e mezzo di persone, rappresentando così oltre il 55% del territorio nazionale.  Soltanto nel Lazio ne sono 253 su 378. Di questi il 68% è collocato al di fuori dei contesti metropolitani ed urbani e il restante 35% si trova in aree protette. Eppure le loro infinite ricchezze, dalla varietà ambientale al patrimonio artistico custodito, è ancora ignoto alla maggior parte dell’opinione pubblica.

Nella prima domenica di giugno migliaia di comuni ospiteranno i visitatori per gustare ricette antiche, acquistare prodotti tipici o biologici, conoscere essenze e piante nostrane, scoprire centri storici e assistere a concerti e spettacoli di piazza. Il programma è davvero ricchissimo. La campagna di quest’anno è sostenuta da Novamont che propone un progetto di valorizzazione turistica attraverso la riduzione dei rifiuti di plastica e da Sorgenia, attraverso la promozione di un progetto di risparmio energetico per l’illuminazione pubblica.