Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Milan, efficienza e sostenibilità per il nuovo stadio

  1. Home
  2. Life
  3. Milan, efficienza e sostenibilità per il nuovo stadio

L'impianto, per un investimento di 300 milioni di euro, dovrebbe vedere la luce già nel 2018. Ideato sul modello di quelli inglesi, avrà spazi verdi, nessun rumore e luoghi di aggregazione

Efficienza energetica, innovazione e sostenibilità: sono questi i tre grandi pilastri su cui è stato realizzato il progetto del nuovo stadio del Milan. La struttura, che per ora è ancora un sogno per dirigenti e tifosi del club rossonero, potrebbe vedere la luce già nel 2018 nella zona di Portello a Milano. L’impianto, che dovrebbe nascere così a pochi passi dalla nuova sede, è stato pensato per ospitare circa 48mila spettatori. L’idea, stando alle prime foto pubblicate sul sito ufficiale della società, è quella di dire addio all’imponenza di San Siro a favore di uno spazio urbano, dedicato non solo allo sport ma anche al tempo libero, all’ambiente e alla ristorazione.

 

LE PECULIARITÀ DEL NUOVO STADIO

Il Milan, per la realizzazione del nuovo stadio, ha chiesto aiuto al Politecnico di Milano, mentre il progetto porta la firma di Arup, leader mondiale nel settore dell’ingegneria e della progettazione. La struttura, che dovrebbe presentarsi come un insieme di grandi cubi apparentemente trasparente, non dovrebbe essere più alta di 30 metri e scavata 10 metri sotto il livello stradale. Per veder giocare la propria squadra del cuore ci si dovrà spostare con i mezzi pubblici. Grazie alle nuove tecnologie e ai materiali fonoassorbenti sarà diminuito anche il rumore esterno. All’interno, oltre al campo da gioco, saranno previsti percorsi immersi nel verde aperti ai cittadini 365 giorni all’anno.

 

STADIO COMMUNITY HUB COME IN INGHILTERRA

Sul piatto vengono messi tra i 300 e i 320 milioni di euro. Un investimento importante per allineare lo stadio rossonero a quello dei maggiori club inglesi e spagnoli. La sostenibilità è il filo conduttore di questi progetti: realizzati secondo i più alti standard di efficienza energetica, all’interno sorgeranno vari luoghi di aggregazione con ristoranti, alberghi e addirittura un parco giochi per bambini. I tifosi invece verranno sia controllati che responsabilizzati: ci saranno meno tornelli, proprio come nel modello anglosassone, e un minor numero di barriere tra pubblico e giocatori, anche se la sorveglianza sarà più severa.

 

 

OCCASIONE PER CREARE NUOVI POSTI DI LAVORO

Il nuovo stadio del Milan potrebbe giovare anche all’amministrazione cittadini per i nuovi posti di lavoro che il progetto potrebbe richiedere: si parla infatti di circa 1000 nuove possibilità, la metà delle quali potrebbe trasformarsi in assunzioni una volta ultimato l’impianto. È per questo che numerose aziende hanno già chiesto di diventare partner del Milan in questa iniziativa.