Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Micro e piccole imprese del Sud: 430 milioni di euro dal Mise

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Micro e piccole imprese del Sud: 430 milioni di euro dal Mise

Assegnate le risorse dei bandi in "Investimenti innovativi" ed "Efficienza energetica" dei fondi europei 2007-2013, a beneficio di 850 aziende del Mezzogiorno

Ben 430 milioni di euro a 856 imprese di Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Il Ministero per lo Sviluppo economico ha assegnato le risorse per i bandi comunitari “Investimenti innovativi” ed “Efficienza energetica”. A quattro mesi esatti dall'apertura della prima call nel mese di marzo, il dicastero di Federica Guidi ha concluso le procedure di valutazione e concesso le agevolazioni economiche. Dei finanziamenti, che andranno a coprire fino al 75% dei costi di realizzazione di progetti innovativi e legati al miglioramento dell'efficienza energetica, beneficeranno le aziende con sede nelle quattro regioni dell'Obiettivo Convergenza.

 

OLTRE MILLE AZIENDE HANNO CHIESTO LE AGEVOLAZIONI

Al Ministero sono arrivate circa 1100 domande. La dotazione iniziale era di 150 milioni di euro per gli "Investimenti innovativi" e 100 milioni per le misure di "Efficienza energetica". A queste risorse il Mise ha aggiunto 189 milioni di euro, per un totale di 439 milioni. Ad oggi sono state concesse finanziamenti rimborsabili per 338 milioni relativi al primo bando e 92 milioni per il secondo. Dal punto di vista delle imprese, 446 di quelle vincitrici hanno sviluppato progetti di innovazione e 410 di efficienza energetica.

 

INVESTIMENTI COMPLESSIVI PER 570 MILIONI

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamenti rimborsabili a copertura del 75% dei costi di progetto. Questo vuol dire che lo stanziamento consentirà di realizzare interventi del valore di 570 milioni di euro, a beneficio della competitività e dello sviluppo tecnologico del tessuto imprenditoriale meridionale.

 

OLTRE LA META' DELLE AGEVOLAZIONI ALLA PICCOLA E MICRO IMPRESA

Le categorie di imprese che più hanno beneficiato degli interventi agevolativi sono le micro e piccole imprese, a cui sono andati 252 milioni di euro (sul totale di 430). Alle imprese di grandi dimensioni sono state concesse agevolazioni per 46 milioni.

Interessante anche la novità relativa alle modalità di erogazione del finanziamento. E' stato previsto infatti un contratto di conto corrente "vincolato" in convenzione con l'Abi, che consente alle imprese di non dover anticipare la quota d’investimento coperta dall’agevolazione con risorse proprie.

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter