Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Mandiamo in ferie il condizionatore

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Mandiamo in ferie il condizionatore

Estate, caldo e umidità possono trasformare le nostre giornate in un supplizio. L’aria condizionata è utile, ma ne se può fare a meno. Ecco come in cinque mosse

Durante l’estate, l’intensità del riscaldamento dovuto al sole aumenta drasticamente. Tutto questo calore è causa di disagio, anche all’interno delle nostre case. Il calore, però, viene prodotto anche dagli apparecchi installati all’interno delle nostre abitazioni. Impariamo a difenderci dall’afa con cinque mosse, senza accendere il condizionatore.

 
1) ISOLA
- La coibentazione è fondamentale per mantenere più costante possibile la temperatura all’interno delle costruzioni. Gli appartamenti di recente realizzazione spesso sono già coibentati a dovere, ma, se casa nostra non dovesse essere dotata di nessuna soluzione di questo tipo, esistono interventi in grado di migliorarne nettamente l’efficienza termica. È molto utile anche cambiare gli infissi montandone di nuovi dotati di doppi vetri. Gli interventi di riqualificazione energetica sono, di questi tempi, anche molto convenienti. Fino al 31 dicembre 2013 si godrà di una detrazione fiscale del 65 per cento. Gli interventi sulle pertinenze comuni dei condomini godranno invece dello stesso regime fiscale fino al 30 giugno 2014.

 
2) SPEGNI
- Tutti gli apparecchi elettrici domestici producono calore, anche in stand-by. Disattivarli durante le ore più calde contribuirà a mantenere fresca la casa. Le lampadine di vecchia concezione si scaldano moltissimo e trasferiscono questo calore all’ambiente domestico. La nuove lampade a basso consumo, oltre a far risparmiare corrente, scaldano l’aria circostante circa quattro volte in meno rispetto alle antenate.

 
3) CHIUDI
- Tenere chiuse persiane e tapparelle a partire delle prime luci dell’alba. Si eviterà così che il calore del sole si diffonda troppo nelle stanze esposte a est. Montare alle finestre delle tende di colore chiaro aiuterà a respingere la luce solare prima che surriscaldi gli ambienti.


4) COPRI -
Piantare alberi ad alto fusto fornisce una copertura naturale per la facciata del palazzo. Per isolare in maniera naturale l’ultimo piano, si possono piantare giardini pensili sul tetto. L’impegno non è poco ma la soluzione è di sicuro effetto.

 
5) VENTILA - Approfittare delle ore più fresche della giornata per cambiare l’aria in casa e raffreddare le zone più esterne della casa che avranno accumulato calore durante il giorno. Possono essere molto di aiuto anche ventilatori da soffitto di grandi dimensioni. Sono molto silenziosi e sono in grado di spostare abbondanti volumi d’aria consumando pochissima corrente elettrica.

 
OK, CONDIZIONA
- Quando le temperature ambientali della casa o lo stato di salute delle persone non consentono davvero altre alternative, è legittimo il ricorso al condizionatore, purché se ne faccia un uso corretto, attento alla salute e all'ambiente.

 


 

FONTI: