Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Le tre vie del risparmio energetico

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Le tre vie del risparmio energetico

Il nostro stile di vita e il nostro modo di usare la tecnologia influenzano sensibilmente il nostro consumo di energia. Con pochi accorgimenti possiamo ridurlo in maniera rilevante

Negli ultimi 40 anni la richiesta di energia si è quasi raddoppiata. Un fabbisogno energetico che è possibile ridurre di molto cercando di modificare, a volte davvero in piccola parte, le nostre abitudini. Vediamo come fare.

RIDURRE –
Non esageriamo con la potenza degli elettrodomestici. Portare troppo in alto i termostati di caldaie, boiler elettrici, lavatrici, lavastoviglie e forni o troppo in basso quella di frigoriferi e condizionatori d’aria, vuol dire sprecare moltissima energia elettrica o gas combustibile. Imparare un uso sostenibile di questi apparecchi può comportare un risparmio in bolletta che può arrivare al 20 per cento, con i ringraziamenti anche dell’ambiente.

SPEGNERE – Gli elettrodomestici, i televisori, i decoder ma anche condizionatori d’aria e forni a microonde, consumano molta energia anche quando vengono lasciati in stand-by. Installare prese di nuova generazione in grado di disattivare del tutto l’alimentazione elettrica, vuol dire risparmiare moltissima corrente. È molto importante anche ricordarsi di spegnere le lampadine quando usciamo dalle stanze e, comunque, cercare di usare lampade ad alta efficienza. Anche una sola di queste consente un risparmio in bolletta di circa 30 euro l’anno.

MUOVERSI – Abituarsi a camminare un po’ di più, a pedalare in bicicletta o a usare mezzi pubblici. Non solo autobus ma anche automobili condivise attraverso i programmi di car pooling, possono evitare che vengano consumati molti litri di carburante. Si eviterebbe, inoltre, di diffondere in atmosfera circa 2,5 kg di anidride carbonica. Quando usiamo la nostra auto privata evitiamo di guidare in modo aggressivo con continue accelerazione e frenate. Agire sui comandi in maniera più morbida vuol dire risparmiare moltissimo carburante. Un occhio, infine, anche all’abuso di aria condizionata dell’automobile. Questa viene azionata da un compressore alimentato dal motore dell’automobile e che fa aumentare il consumo di circa il 5 per cento. 


 

FONTI: