Sorgenia
cerca
Accedi accedi

La qualità dei prodotti locali è a portata di clic con Botteega

  1. Home
  2. My generation
  3. La qualità dei prodotti locali è a portata di clic con Botteega

La startup ha lanciato una piattaforma online dove è possibile acquistare direttamente da produttori, piccole botteghe e negozi. Clara Lobina: “Così diamo valore alle piccole realtà imprenditoriali e aiutiamo l’ambiente”

La qualità dei prodotti a chilometro zero, genuini e sostenibili, diventa a portata di clic. È infatti online Botteega, la nuovissima piattaforma che permette di acquistare carne, verdura, frutta, pasta e qualsiasi altra prelibatezza della tradizione enogastronomica locale e di riceverla direttamene a casa. Il progetto, nato nel 2013 e lanciato qualche mese fa, è partito da Cagliari e presto raggiungerà il resto della Penisola, con una offerta molto ricca.

I vantaggi sono non solo per il palato, dal momento che tutti i prodotti in vendita, con cui riempire il proprio carrello telematico, arrivano dalle piccole aziende agricole locali, che utilizzano metodi naturali e favoriscono la biodiversità. Ma numerosi sono i vantaggi proprio per il territorio, migliorandone la sostenibilità e riducendo l’impatto delle attività umane. Per non parlare proprio delle botteghe alimentari: in un periodo di profonda crisi delle realtà imprenditoriali più piccole, questo progetto promette di far aumentare gli affari, diminuire i costi di distribuzione e generare nuovi posti di lavoro.

“Quando è nata l’idea di creare una soluzione come Botteega sia io che il mio socio eravamo molto interessati al tema della rivalutazione del cibo locale. Così abbiamo deciso di dare vita ad una piattaforma online per il commercio territoriale, in cui veri protagonisti fossero non solo i produttori, ma anche i piccoli negozianti e le botteghe. Siamo partiti prima da casa nostra, da Cagliari, per poi espanderci in tutta Italia”. A parlare a Energie Sensibili è Clara Lobina, co-founder di Botteega. Clara, grazie al suo progetto di valorizzazione delle specialità locali, è stata inserita nella lista 2014 di 86 giovani imprenditrici italiane in startup digitali diffusa nel nostro Paese ad opera di Girls in Tech Italia, che sostiene l’impegno e la formazione delle donne nel settore delle nuove tecnologie.

Entrare a far parte della community di Botteega è facile. Basta andare sul sito internet del progetto, selezionare dove e quando si desidera ricevere la spesa e scegliere tra i prodotti desiderati. Per chi vive a Cagliari, con un acquisto minimo di 4,99 euro, la consegna può avvenire anche in un’ora, mentre per tutti gli altri bisognerà aspettare qualche giorno.

“Il nostro obiettivo non é però solo quello di aiutare i piccoli produttori e mercanti locali ad accrescere il loro volume di affari – conclude Lobina -. Grazie a questa soluzione è possibile ridurre l’inquinamento sia per quel che riguarda i trasporti nella distribuzione, ma anche l’imballaggio. Senza sottovalutare l’importanza dell’aspetto culturale: manteniamo la diversità e la tradizione attraverso i prodotti tipici delle nostre terre. In questi primi mesi di attività abbiamo avuto un buon riscontro da parte degli utenti, anche se bisogna ancora lavorare per far diventare quella dello shopping anche alimentare online una abitudine di noi italiani”.

 

Leggi anche: LMSC, il portale contro lo spreco di cibo sotto casa