Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Intraprendenti ma poco preparati: gli studenti italiani e il digitale

  1. Home
  2. What's next
  3. Intraprendenti ma poco preparati: gli studenti italiani e il digitale

Vorrebbero aprire una startup, ma non conoscono i concetti chiave del digitale: ecco il ritratto tracciato da University2Business

Intraprendenti, ma poco esperti degli strumenti messi a disposizione dal web. Ecco il ritratto degli studenti italiani che emerge da una ricerca condotta da University2Business del Gruppo Digital360 supportata da diversi partner, da Kpmg a Ibm.

GLI STUDENTI: SOLO UNO SU CINQUE HA AVUTO ESPERIENZA SU WEB

Nel dettaglio, Internet e social media sono estremamente diffusi tra gli studenti italiani. Tuttavia, solo uno su cinque è andato oltre, gestendo un sito, una pagina Facebook che non fosse la propria o uno strumento di e-commerce. Solo uno su quattro, inoltre, ha dimostrato di avere conoscenze teoriche decenti dei concetti chiave del digitale applicati all’economia, come cloud, fatturazione elettronica o big data.

LO SPIRITO IMPRENDITORIALE: IL FASCINO DELLE STARTUP

Detto questo, però, lo spirito imprenditoriale non manca. Il 10% degli studenti italiani ha già avviato un’attività e un altro 10% sta cercando di farlo. Il 40% del campione intervistato, inoltre, ha dichiarato di aver avuto un’idea di business e il 30% di aver frequentato un corso su come creare una nuova azienda.

A emergere è in particolare il fascino delle startup. Il 60% degli studenti intervistati è in grado di dare una corretta definizione del termine. Tra le caratteristiche citate per arrivare al successo, ci sono “il team della startup”, “l’idea iniziale” e “il gradimento del mercato” seguiti dalla possibilità di “trovare un finanziatore”.

“IL FUTURO È OGGI”: LA RICERCA DI UNIVERSITY2BUSINESS

Il futuro è oggi: sei pronto?”, l’indagine condotta da University2Business, è basata un campione statisticamente significativo dell’intera popolazione degli 1,6 milioni di studenti universitari italiani stratificata per facoltà, genere e macro-regione geografica, approfondendo la preparazione sull’innovazione digitale e sull’imprenditorialità sia dal punto di vista sia teorico che pratico.

“In un’economia come quella italiana i due principali motori della crescita sono l’innovazione digitale e la nuova imprenditorialità - dice Andrea Rangone, Ceo di Digital360 – dalla ricerca emerge però come la maggioranza degli studenti universitari italiani oggi si affacci al mondo del lavoro con una scarsa conoscenza della trasformazione digitale in atto nell’economia e con un approccio passivo al mondo digitale”.