Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Internazionalizzazione: in arrivo un voucher per le Pmi

  1. Home
  2. What's next
  3. Internazionalizzazione: in arrivo un voucher per le Pmi

Le imprese riceveranno 10mila euro per l'inserimento aziendale del Temporary Export Manager, che si occuperà di spianare la strada ai mercati esteri. Domande aperte per le società fornitrici di servizi

Finanziamenti in arrivo per le piccole e medie imprese. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2015 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale “Voucher per l'internazionalizzazione”, attuato dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), che prevede il sostegno per le aziende intenzionate a inserire un “Temporary Export Manager”.

 

SOGGETTI DESTINATARI

L'intervento consiste in un contribuito a fondo perduto sotto forma di voucher. Si tratta di un sostegno economico a copertura dei servizi erogati, di almeno sei mesi, per l'integrazione nell'impresa di una figura in grado di studiare, progettare e gestire i programmi sui mercati esteri.

I beneficiari del plafond da 10mila euro saranno le micro, piccole e medie imprese costituite sotto forma di società di capitali, cooperative e le Reti di impresa tra Pmi con un fatturato minimo di 500 mila euro conseguito in almeno uno degli esercizi dell'ultimo triennio.

Per accedere al contributo è necessario rispettare alcuni parametri: limite di 250 dipendenti, 50 milioni di euro di fatturato o 43 milioni totali a bilancio. Sono slegate da tali vincoli le startup iscritte al Registro delle imprese.

 

IL RUOLO DELLE IMPRESE

Per ottenere il voucher le imprese devono partecipare al cofinanziamento di 3mila euro che, uniti ai 10mila statali, fanno ammontare il totale dell'investimento a 13mila euro minimi. Le aziende devono rivolgersi a una società fornitrice di servizi e specializzata nell'attività di internazionalizzazione imprenditoriale. La scelta deve ricadere su quelle presenti nell'apposito elenco redatto dal Ministero dello Sviluppo Economico che sarà pubblicato entro il 1° settembre 2015.

Le domande per il finanziamento saranno attive sulla base di una successiva comunicazione sul sito internet dello stesso Mise. Il Dicastero procederà all'assegnazione dei Voucher secondo l'ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili.

 

SOCIETÀ DI SERVIZI

Le società che vogliono fornire i servizi devono dimostrare un'esperienza pregressa nel processo di internazionalizzazione. I risultati per la valutazione devono fare riferimento all'ultimo triennio con almeno 10 progetti di export management, della durata minima di tre mesi ciascuno, dal buon esito.

In caso contrario è possibile far parte dell'elenco ministeriale se la società è composta da almeno 5 figure professionali con 5 anni di esperienza a supporto dell'approccio commerciale verso i mercati esteri corredato anche dalla certificazione di conoscenza della lingua inglese.

 

Le domande si possono presentare dal 19 giugno al 20 luglio 2015, le richieste devono pervenire via pec all'indirizzo elencosocieta@pec.mise.gov.it su carta intestata della società e firmata digitalmente dal suo legale rappresentante.

 

TEMPORARY EXPORT MANAGER

Il Temporary Export Manager è una nuova figura professionale in grado di aprire ai propri clienti le porte verso i mercati esteri generando un sensibile aumento dei ricavi. Il trend è positivo anche in Italia con numeri sempre più crescenti.

Ogni “Team” segue contemporaneamente da cinque a nove imprese, deve avere un'ottima capacità di vendere, flessibilità con gli imprenditori, la conoscenza dell'inglese e di un'altra lingua straniera.