Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Imprese, dall’Ue arriva la “Corsia Veloce”: fondi per 200 milioni di euro

  1. Home
  2. What's next
  3. Imprese, dall’Ue arriva la “Corsia Veloce”: fondi per 200 milioni di euro

Cento milioni l’anno attraverso la priorità di Horizon 2020 “Sfide per la società e Leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali”, più cinque premi da 6 milioni all’innovazione

Continuano le iniziative della Commissione europea a favore delle imprese. Sempre nell’ambito del Programma Horizon 2020, con un budget da 80 miliardi di euro nel settennio 2014-2020, è stata lanciata la Fast Track to Innovation: un’iniziativa per sostenere finanziariamente i piccoli consorzi a lanciare la propria idea sul mercato. Per la FTI sono stati stanziati 200 milioni di euro, che saranno assegnati con un bando pubblico a partire da gennaio 2015.

Possono fare domanda i consorzi con un numero di almeno tre soggetti giuridici, fino a un massimo di cinque organizzazioni con sede legale in uno dei Paesi dell’Ue oppure degli Stati associati al Programma Horizon 2020. I progetti devono avere natura tecnologica ma anche un impatto sociale rilevante. I finanziamenti di Fast Track to Innovation sono compresi tra uno e tre milioni di euro per progetto, a copertura fino al 70% dei costi di realizzazione delle attività.

L’iniziativa FTI ha l’obiettivo di accelerare (da qui il termine “Fast Track”, cioè “Corsia Veloce”) il passaggio dall’idea alla commercializzazione del prodotto. La call for proposal sarà aperta per tutto il 2015 e per il 2016, con un budget di 100 milioni di euro l’anno. I consorzi interessati potranno quindi presentare domanda in qualunque momento; i finanziamenti saranno invece assegnati in tre mesi: aprile, settembre e dicembre 2015 (per il 2016 le date sono ancora da stabilire).

 

CINQUE PREMI ALL’INNOVAZIONE DA 6 MILIONI DI EURO

Saranno inoltre assegnati cinque premi all’innovazione tecnologica, con un valore di 6 milioni di euro per il 2015. Tre gli ambiti di applicazione del contest: salute, ambiente e ICT, per un totale di cinque premi nelle categorie “Riduzione nell’uso degli antibiotici”, “Scanner per le etichette alimentari”, “Riduzione dell’inquinamento dell’aria”, “Trasmissione ottica” e “Condivisione collaborativa dello spettro”. I premi valgono 6 milioni di euro.

La Commissione ha anche confermato la disponibilità di 7 miliardi di euro per i bandi nell'ambito di Horizon 2020 nel 2015.

 

LA COMMISSARIA GEOGHEGANN-QUINN: “FTI PER COMPETITIVITÀ E OCCUPAZIONE”

Nei primi mesi dal lancio del Programma Horizon 2020 la Commissione ha ricevuto più di 17 mila proposte, soprattutto dalle piccole e medie imprese del settore secondario. “Sono fiduciosa che anche le proposte per il 2015 saranno numerosissime”, ha detto Máire Geoghegan-Quinn, Commissaria europea per la ricerca, l'innovazione e la scienza. “La FTI e i nuovi premi offriranno ancora più opportunità per la partecipazione degli innovatori di tutta Europa. Queste misure contribuiscono ad aumentare la competitività dell'Europa e a creare crescita e occupazione”.

 

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.