Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Imprese: 10 miliardi di euro alle Pmi per crescita e innovazione

  1. Home
  2. What's next
  3. Imprese: 10 miliardi di euro alle Pmi per crescita e innovazione

Il plafond messo a disposizione da Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria. Per le aziende della Lombardia previsti 2,6 miliardi in occasione dell’Expo 2015

Sono ben 10 i miliardi di euro messi a disposizione da Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria per le piccole e medie imprese italiane. L’obiettivo è favorire l’accesso al credito e la crescita di queste aziende. La somma stabilità si aggiunge ai 35 miliardi già stanziati negli anni precedenti, per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo e di implementazione delle attività produttive all’estero.

 

CREDITO E INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LA CRESCITA DELLE PMI

Lanciato a luglio 2014, questo strumento a sostegno delle piccole e medie imprese italiane è oggetto di un roadshow che sta girando tutta la Penisola per far conoscere ai soggetti imprenditoriali le grandi opportunità che esso riserva. Prima di tutto l’accordo insiste sull’apertura al credito delle pmi, mettendo a loro disposizione anche gli strumenti necessari per superare momenti di discontinuità e per l’ottimizzazione dei processi aziendali in ottica crescita. Attenzione anche all’export e all’internazionalizzazione: è importante per uscire dalla crisi degli ultimi anni cogliere le opportunità di un mercato sempre più globale. Per questo l’accordo include anche una ampia piattaforma di prodotti e servizi di consulenza per migliorare le strategie di investimento all’estero delle aziende italiane.

 

Leggi anche: Agevolazioni per Pmi innovative: le novità dell'Investment Compatc

INNOVAZIONE E STARTUP

Le nuove tecnologie rappresentano di sicuro un elemento decisivo per lo sviluppo delle imprese italiane. Per questo l’accordo di Intesa Sanpaolo e Confindustria prevede una serie di strumenti che hanno l’obiettivo di dare impulso ai processi di innovazione, incentivando anche il dialogo con realtà più fresche e propositive del panorama imprenditoriale come le startup. Rientra, per tanto, in questo contesto la volontà di rafforzare AdottUp, il progetto avviato nel 2013 per favorire un’exit industriale alle realtà ad alto potenziale di sviluppo.

 

Leggi anche: Startup e innovazione: al via il bando Smart&Start

 

RISORSE PER LE PMI DELLA LOMBARDIA IN VISTA DI EXPO 2015

Del plafond di 10 miliardi di euro, ben 2,6 miliardi sono stanziati a favore delle piccole e medie imprese della Lombardia. L’accordo, in questo caso, vuole favorire gli strumenti necessari a queste per cogliere al meglio le opportunità connesse ad Expo 2015. Siamo nel pieno di un cambiamento competitivo globale e le imprese, per continuare a competere, non hanno altra scelta che innovare e cogliere al volo le opportunità offerte dalla IV rivoluzione industriale ha dichiarato Gianluigi Viscardi, presidente Piccola Industria di Confindustria Lombardia –. La Lombardia deve puntare su una transizione al manifatturiero 4.0 e sulle aggregazioni in cluster che, attraverso la cooperazione tra imprese, università e pubblica amministrazione, diano vita a piattaforme innovative per la crescita”. 

 

Leggi anche: Expo 2015: come sfruttare le opportunità di crescita?