Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il turismo traina l’occupazione: 72mila nuovi assunti per l’estate

  1. Home
  2. What's next
  3. Il turismo traina l’occupazione: 72mila nuovi assunti per l’estate

Cuochi e camerieri i profili più ricercati, Nord-Est e Mezzogiorno le aree dove ci saranno più assunzioni. I dati Unioncamere

Cuochi, receptionist, addetti all’accoglienza o all’assistenza dei clienti, camerieri: sono i profili professionali più ricercati per l’estate 2014. Sarà infatti il turismo, secondo i dati di Unioncamere e Ministero del Lavoro, il settore trainante dal punto di vista occupazionale per la prossima stagione. Un dato facilmente immaginabile, considerando che la cultura e la bellezza dei nostri territori sono una delle ricchezze del made in Italy. Il secondo trimestre di quest’anno vedrà finalmente il saldo positivo tra entrate e uscite di personale, grazie soprattutto ai contratti stagionali.

Si parla di 72 mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, come saldo tra 250 mila entrate e 177 mila uscite. È vero che si tratta di contratti per lo più a tre mesi (104 mila assunzioni saranno a carattere stagionale) ma il dato è comunque interessante perché doppio rispetto allo stesso trimestre del 2013, quando le imprese dell’industria e servizi legati al turismo avevano creato circa 36 mila posti di lavoro. 

 

PROFESSIONI: PIU’ RICHIESTI CUOCHI E CAMERIERI

La spinta verso le nuove assunzioni arriva soprattutto dalle piccole e medie imprese, mentre per quanto riguarda i profili ricercati in testa ci sono cuochi e camerieri, seguiti da addetti alle pulizie e all’accoglienza dei clienti, commessi. Tra le professioni richieste ci sono anche i conduttori di mezzi di trasporto e gli addetti ai servizi di sicurezza e vigilanza; per questi ultimi, in particolare, la richiesta aumenterà dai 900 impiegati nel primo trimestre 2014 agli oltre 5 mila che troveranno lavoro nel periodo estivo.

 

 

ASSUNZIONI NEL NORD-EST E MEZZOGIORNO

Da un punto di vista geografico poco meno di 50 mila delle nuove assunzioni interesseranno le regioni dell’Italia Nord-Orientale e del Sud. Unica eccezione in questa distribuzione la provincia di Roma dove, oltre alle stagionali, sono previste circa duemila nuove assunzioni non legate al periodo estivo. 

 

DARDANELLO, UNIONCAMERE: “INVESTITI 53 MILIONI DI EURO”

Positivo il commento di Ferruccio Dardanello, Presidente di Unioncamere, che ha sottolineato come il sistema camerale abbia “investito 53 milioni di euro a favore del sistema culturale e turistico”. 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter