Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il 5xmille come scelta di solidarietà e sostenibilità

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Il 5xmille come scelta di solidarietà e sostenibilità

Ecco dieci realtà da sostenere che si distinguono nell’impegno sull’inclusione, la solidarietà e la sostenibilità, per consentire loro di proseguire nelle loro attività a sostegno dei più deboli

Donare il cinque per mille della propria dichiarazione dei redditi a un’associazione è un gesto che non costa nulla, ma che può fare la differenza per consentire a chi è impegnato nella solidarietà e della sostenibilità ambientale di proseguire nelle proprie attività e di poter sviluppare i propri progetti.

Per il 2021 Sorgenia, nell’ambito della campagna #metticienergia, suggerisce ai propri dipendenti e ai propri clienti di indirizzare questa donazione a realtà che ha conosciuto direttamente e con cui ha attivato progetti di collaborazione, potendo quindi “toccare con mano” la serietà del loro impegno e gli effetti positivi che questo ha avuto nelle realtà di riferimento. Si tratta di dieci progetti o associazioni che lavorano nel campo dell’inclusione, del sostegno alle famiglie e alle persone in difficoltà per motivi economici o sanitari, perché - come recita il claim della campagna - “Non conta quanto è difficile la sfida. Conta l’energia che ci metti”.

ASSOCIAZIONE ART4SPORT ONLUS (C.F. 94127050261)

L’associazione nasce con lo scopo di migliorare la qualità della vita di bambini e ragazzi portatori di protesi di arto e quella delle loro famiglie. Partendo dall’idea dello sport come terapia fisica e psicologica per bambini e ragazzi con disabilità fisiche e promuovendo la conoscenza e la pratica dello sport paralimpico. Tra gli obiettivi di Art4Sport c’è anche quello di studiare, realizzare e finanziare le costosissime protesi e le varie attrezzature necessarie alla pratica dello sport paralimpico, e di indirizzare i ragazzi nella scelta del percorso sportivo da seguire e dei centri sportivi in cui praticare l’attività fisica.

“Lo sport è estremamente importante per bambini e ragazzi portatori di protesi, in quanto dà loro grandi motivazioni e soddisfazioni, è estremamente aggregante, mantiene in forma il fisico e permette di acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo - si legge sul sito dell’associazione fondata dai coniugi Vio - Per poter praticare attività sportiva questi bambini necessitano spesso di protesi sportive e di molte attrezzature e ausili specifici, che sono ausili estremamente cari e non sono sovvenzionate dal Sistema Sanitario Nazionale”. L’elevato costo che devono affrontare le famiglie viene quindi coperto grazie ai fondi di art4sport, che si occupa anche di seguire progetti dedicati all’adeguamento delle strutture sportive laddove risulti necessario.

ASSOCIAZIONE PER IL BAMBINO NEFROPATICO (C.F. 80136970151)

L’Associazione per il Bambino Nefropatico nasce nel 1978 per la creazione a Milano dell’Unità Operativa Complessa di Nefrologia e Dialisi e Trapianto Pediatrico, che è stata ideata e creata a misura di bambino e che ancora oggi svolge un’intensa attività clinica a favore dei bambini con malattie renali. L’associazione diventerà onlus nel 1998 e a oggi conta su più di 7mila sostenitori. La mission dell’associazione è di sostenere i Reparti Pediatrici di Nefrologia, Dialisi e Trapianto, di Terapia Intensiva e di Urologia della Clinica Pediatrica G. e D. De Marchi della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e iniziative di supporto sanitario, di assistenza sociale, di ricerca clinica per migliorare l'assistenza dei bambini con patologie gravi e invalidanti, e nel corso degli anni ha ampliato le sue attività anche a tutta la Clinica Pediatrica G. e D. De Marchi e al Dipartimento Donna-Bambino-Neonato.

BANCO DI SOLIDARIETÀ “MADRE TERESA” ONLUS (C.F. 91097670151)

L’Associazione nasce a Carate, Giussano e Brianza alla fine del 1996 dall’impegno di una ventina di persone che si erano fatte carico di dare assistenza a sei famiglie in difficoltà. Da qual nucleo l’idea si è radicata sul territorio e oggi il Banco di solidarietà offre il proprio supporto a più di duecento famiglie, quindi oltre 800 persone, accompagnandole finché non riescono a superare le proprie difficoltà. L’obiettivo del Banco di solidarietà "Madre Teresa" Onlus è di individuare e dare aiuto alle situazioni di grave bisogno, fino alla povertà estrema, sul territorio, assistendo anziani, ragazze madri, famiglie con redditi bassissimi che non riescono più a rispondere ai loro bisogni primari. L’associazione si basa sulla disponibilità delle persone che scelgono liberamente di dedicare una parte del proprio tempo per la raccolta degli alimenti, la preparazione dei “pacchi” e la loro consegna. “Condividere significa stare accanto a chi soffre – spiega l’associazione - portare un po’ delle loro difficoltà, molte volte con l’impaccio di chi non sa cosa dire o di chi non può fare molto, ma cercando di prendere sul serio la persona che abbiamo davanti per tutto il valore che essa è, secondo quella posizione umana a cui sempre ci richiamiamo: ‘Condividere i bisogni per condividere il senso della vita’”.

COMITATO LAB00 ONLUS (C.F. 97868810157)

Il Comitato Lab00 Onlus (Lab00) persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, attivando anche azioni o progetti specifici in caso di calamità pubbliche o altri eventi straordinari, a favore di soggetti svantaggiati per ragioni principalmente economiche o a componenti di collettività estere, limitatamente agli aiuti umanitari.

Il primo progetto che Lab00 ha lanciato all’inizio di maggio 2020 è “SpesaSospesa.org”. È un progetto di solidarietà circolare sostenuto da Sorgenia che sta registrando molte adesioni tra aziende e amministrazioni locali in tutta Italia. L’iniziativa si propone di innescare un circolo virtuoso per condividere energie e risorse, grazie a un flusso di donazioni digitalizzato e totalmente trasparente grazie a una tecnologia blockchain della piattaforma Regusto, in grado di tracciare e certificare ogni passaggio della catena di solidarietà. È possibile effettuare donazioni libere in denaro attraverso il sito www.spesasospesa.org, che serviranno ad acquistare i prodotti scontati messi a disposizione da imprese alimentari, catene di distribuzione e produttori locali. Le aziende stesse potranno donare prodotti, ad esempio quelli in eccedenza o in scadenza, dando in questo modo anche un contributo alla lotta allo spreco alimentare. Le donazioni in denaro potranno essere fatte sia da privati sia da aziende: è il caso ad esempio di Sorgenia che, insieme ai clienti che aderiranno al progetto accettando di versare un piccolo contributo, destinerà l’equivalente della loro bolletta all’iniziativa di solidarietà. A settembre, quando della rete di SpesaSospesa è entrata a far parte anche la città di Milano, grazie a questa iniziativa erano stati raccolte donazioni per 16mila euro in 10 città, e consegnate 30,5 tonnellate di cibo alle famiglie in difficoltà.

COOPERATIVA MARTINENGO (C.F. 08263050158)

La cooperativa opera da 30 anni a sostegno delle famiglie della periferia Sud di Milano, dei minori, degli adulti, degli anziani e dei disabili che attraversano momenti di difficoltà transitori o permanenti. Nata nel quartiere Corvetto per iniziativa dell’istituto delle suore di carità dell’Assunzione, la cooperativa Martinengo ha dato vita tra i propri progetti a “La Casa di Sam”, centro di aggregazione nato nel 2008 “per i minori che, pur non essendo in carico ai servizi sociali - spiega la cooperativa - ricercano uno spazio che li sostenga nel percorso di crescita con una particolare attenzione all’impegno scolastico e ai momenti del tempo libero”. Nella struttura sono state attivate azioni di accompagnamento, di supporto e di presidio di educazione “per tutti i ragazzi che desiderano trovare un luogo ospitale e di condivisione dei loro bisogni”. 

FONDAZIONE UMBERTO VERONESI (C.F. 97298700150)

La Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 su iniziativa di Umberto Veronesi e di molti altri scienziati e intellettuali di fama internazionale, fra cui 11 premi Nobel, con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica di eccellenza e progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza.
Nello specifico la fondazione sostiene la ricerca scientifica attraverso l'erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e finanzia progetti di altissimo profilo che possano elaborare nuove conoscenze e nuove cure per le malattie. La fondazione realizza inoltre campagne di prevenzione ed educazione che promuovono l'adozione di stili di vita sani e consapevoli, in sinergia con le scuole e con realtà pubbliche e private del mondo della ricerca, dell'informazione, dell'editoria, e organizza conferenze internazionali che raccontano il futuro della scienza e il ruolo che la scienza può avere nel promuovere la pace e il benessere dei popoli. Tutto questo è possibile grazie al sostegno di cittadini e aziende partner.

LA GRANDE CASA (C.F. 07501030154)

Favorire e promuovere diritti, sostenere e rispettare ogni singolo progetto di vita, favorire l’integrazione sociale e lavorativa delle persone più fragili. È questo l’obiettivo de La Grande Casa scs, onlus nata nel 1989 che opera in favore di donne, minorenni e famiglie, giovani, migranti e comunità locali nelle provincie di Milano, Monza e Brianza, Como e Lecco. “Nonostante il periodo duro, vogliamo guardare al futuro con positività e speranza – spiega l’associazione - Il nostro orizzonte è chiaro: costruire, mattone dopo mattone, una Grande Casa che sia al centro delle comunità locali nelle quali lavoriamo, un punto di riferimento per il territorio, le istituzioni e soprattutto per le persone che incontriamo e accogliamo”. La cooperativa conta su 215 soci, 381 lavoratori e 111 volontari, e anche nel 2020 ha ottenuto il riconoscimento del Welfare Index Pmi, promosso da Generali Italia che valuta il livello di welfare aziendale nelle piccole e medie imprese italiane, con la menzione speciale per la resilienza al Covid-19, “per essersi distinta nell’affrontare l’emergenza sanitaria utilizzando il welfare aziendale come leva per la continuità del business e la fidelizzazione dei lavoratori, offrendo ai dipendenti e alla comunità di riferimento supporto specifico e vicinanza in un momento di grande difficoltà”.

SSD MINERVA MILANO (C.F. 97663000152)

Si tratta di una società sportiva dilettantistica di calcio femminile, che realizza progetti di calcio integrato per ragazzi e ragazze con disabilità intellettiva a Milano. L’associazione ha ottenuto nel 2019 il riconoscimento “Campione nella vita”, assegnato a Federica Cappella, responsabile del progetto Tukiki, “per la sua costante promozione dello sport inclusivo”.
Il progetto Tukiki, parola che in lingua malgascia vuol dire sorriso, nasce nel 2015 per migliorare la qualità della vita dei partecipanti e sostenere le loro famiglie con una rete di aiuto. Il progetto per i ragazzi e le ragazze con disabilità cognitive è rimasto vivo anche durante il lockdown, con attività da remoto per mantenere unito il gruppo, dai quiz alla tombola, come documentato sul canale Youtube del gruppo, Progetto TUKIKI TV @Youtube.

UN… DUE… TRE… ALESSIO (C.F. 90046690120)

Si tratta di un’associazione senza fini di lucro che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, nata nel 2015 per iniziativa dei familiari di Alessio, un bambino che ha combattuto per nove anni la sua lunga battaglia contro la leucemia. L’associazione è in campo per rispondere ai bisogni dei bambini e delle famiglie presso la Casa del SuperEroe e nel reparto oncoematologico dell'Ospedale Bambino Gesù. I fini dell’associazione sono così di assistere e sostenere le famiglie  in modo pratico, tramite alloggi gratuiti e/o contributi economici per permettere di superare più serenamente il periodo delle cure, di esaudire i desideri di bambini e ragazzi oncoematologici per dare loro momenti di gioia, di sostenere le attività scolastiche e ricreative, fondamentali nelle lunghe giornate di ospedale, e di dotare il reparto di attrezzature necessarie per la diagnosi, la terapia, la cura e favorire la ricerca e lo studio nel campo delle malattie oncoematologiche pediatriche “affinché si arrivi al più presto a una percentuale di guarigione a tre cifre”.

WAU! WE ARE URBAN (C.F. 97729000154)

Wau! è un network di associazioni che nasce con l’obiettivo di prendersi cura delle città; partita da Milano e Napoli, ha l’obiettivo di espandersi in tutta Italia. L’idea è di dare vita a una rete di realtà che condividono modalità di intervento e valori, per migliorare la qualità della vita attraverso interventi di riqualifica e valorizzazione della città e dei territori attraverso il coinvolgimento attivo di coloro che li vivono quotidianamente. “WAU promuove la diffusione della cultura, del rispetto della cosa pubblica e della difesa della bellezza delle nostre città, - spiegano i promotori - con lo scopo di far capire, il più ampiamente possibile, che tutti i cittadini possono essere attori principali nella tutela del patrimonio estetico e culturale delle città in cui risiedono”. “Portiamo adulti, bambini, anziani e persone di ogni risma nei nostri ‘eventi di cleaning’, nelle nostre attività per la diffusione della bellezza e della conoscenza dei valori di legalità, generosità e rispetto per gli spazi comuni. Convinti che ogni luogo e spazio cittadino condiviso vada “difeso” da un’estetica degradata e dall’indifferenza dei più, e che anche l’ambiente che ci circonda vada protetto dall’aggressività degli inquinanti”.