Sorgenia
cerca
Accedi accedi

I saldi invernali sono “verdi” con il bike shopping

  1. Home
  2. Life
  3. I saldi invernali sono “verdi” con il bike shopping

Secondo uno studio condotto da Beltè, un italiano su tre preferisce fare spese in bicicletta. Anche la moda, così, diventa sostenibile

Finite le festività natalizie è ora tempo di saldi. La corsa agli sconti invernali è ufficialmente cominciata in tutta Italia, ma la novità di quest’anno è che lo shopping diventa verde. Sì, perché per evitare il traffico cittadino e tutelare l’ambiente, in questo inizio di 2014 la maggior parte dei fashion addicted nostrani ha deciso di utilizzare la bicicletta per spostarsi da un negozio all’altro. Secondo uno studio promosso da Beltè, che ha intervistato telefonicamente 1000 persone che abitualmente scelgono le due ruote, il 35% del campione considerato va a fare spese pedalando.

Sono soprattutto gli under 35 a preferire la bici per fare acquisti: di questi il 36% sono uomini e il 37% sono donne, seguiti dalla classe d’età 56-65 e da coloro che hanno meno di 25 anni. Si tratta di una tendenza che pervade trasversalmente tutte le categorie professionali a prescindere dal reddito: dirigenti, insegnanti e liberi professionisti che rappresentano il 38% degli intervistati, ma anche studenti, casalinghe e pensionati che coprono il 37%, nonché artigiani, commercianti e lavoratori autonomi (34%)

Il primato di quello che è stato ribattezzato “bike shopping” spetta alle regioni del Centro della Penisola, con il 37% degli intervistati, che ha dichiarato di scegliere la bici per andare in giro per negozi, seguite da quelle del Sud, con il 36%, e da quelle del Nord, con il 34%. Sette italiani su 10 arrivano a percorrere fino a 5 chilometri, mentre i più temerari si spingono fino ai 15. Volendo attribuire un valore al mondo della bicicletta, gli appassionati delle due ruote scelgono in primis la sostenibilità. Non mancano coloro che scelgono questo mezzo alternativo per essere più in contatto con la natura e per abbassare l’inquinamento atmosferico in città.

Per gli amanti del benessere, la salute risulta essere il valore principale; il restante 10% sostiene che andare in bici è più facile e divertente. Le preoccupazioni maggiori legate all’uso delle due ruote riguardano in primo luogo l’imprudenza degli automobilisti, ma anche la mancanza di piste ciclabili e di corsie preferenziali in città, oltre alla scarsa considerazione per chi si muove pedalando da parte di coloro che si occupano di viabilità.