Sorgenia
cerca
Accedi accedi

I cinque elettrodomestici più energivori

  1. Home
  2. Smart energy
  3. I cinque elettrodomestici più energivori

L’elenco delle apparecchiature elettroniche domestiche che utilizzano più energia. Attenzione a quelli che lavorano anche a mezzo carico: non è detto che consumino la metà

Dalla cucina alla camera da letto, passando per il bagno: le nostre case sono piene di elettrodomestici, apparecchi elettronici spesso accesi anche quando non sono in funzione e il cui impiego inefficiente fa lievitare i costi della bolletta energetica. Ma quali sono quelli più energivori? Ecco una piccola guida all’utilizzo intelligente degli elettrodomestici: fermo restando che l’unico modo di azzerare completamente i consumi è quello di staccare la spina.

 

TELEVISIONE

I consumi sono proporzionali alla grandezza dell’apparecchio: una maxi-tv full HD da 46-55 pollici consuma fino a 107 kWh l’anno se in classe A+, fino a 170 kWh se in classe D quindi inefficiente. Uno più piccolo di 19-33 pollici consuma invece tra i 28 e i 45 kWh l’anno, sempre in classe A. Particolarmente energivori anche i decoder e i sistemi home theatre.

 

CONGELATORE

Comodi per conservare la spesa, i congelatori sono elettrodomestici particolarmente energivori. Fondamentale è controllarne l’etichetta energetica prima dell’acquisto: uno di classe A+++ consuma il 50% di elettricità in meno rispetto a uno A+, in 15 anni ciò si traduce in un risparmio di 500 euro.

 

FRIGORIFERI

Un frigorifero grande (di capienza superiore ai 240 litri) in classe A+++ consuma tra i 156 e i 195 kWh l’anno, circa il doppio di un elettrodomestico di 150 litri. Dimensioni a parte, in genere la spesa energetica complessiva su 15 anni di vita di un prodotto in classe A è quasi la metà rispetto a un apparecchio in classe D, cioè inefficiente.

 

LAVATRICI

Una lavatrice in classe di efficienza energetica A+++ consuma circa un quarto di energia elettrica in meno rispetto a modello in classe A+, che corrisponde in un risparmio in bolletta di circa 15-20 euro all'anno. Tra i programmi più energivori c’è quello con prelavaggio e quello a 90 gradi. Anche le asciugatrici consumano moltissima energia.

 

CLIMATIZZATORI

I climatizzatori vanno innanzitutto usati correttamente: con porte e finestre della stanza chiuse ed evitando di impostare una temperatura troppo più alta o più bassa di quella esterna. Comprare quello più economico e più piccolo sul mercato non sempre si traduce in un risparmio: se l’apparecchio è poco efficiente si surriscalda e disperde calore nell’ambiente che dovrebbe rinfrescare.

 

LAVASTOVIGLIE

La maggior parte dell'elettricità consumata dalle lavastoviglie serve per scaldare l'acqua. Per consumare di meno conviene impostare un programma eco ed evitare il mezzo carico (che non utilizza la metà di energia). Pochi sanno infine che il programma breve fa aumentare del 15% il consumo elettrico.

 


 

FONTI