Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Garanzia Giovani, 124 milioni per SELFIEmployment

  1. Home
  2. What's next
  3. Garanzia Giovani, 124 milioni per SELFIEmployment

A partire da gennaio 2016 sarà possibile ottenere i fondi per le iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialità dopo aver presentato un business plan

124 milioni di euro per gli iscritti a Garanzia Giovani che avvieranno iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialità. È questa la cifra stanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per avviare il progetto SELFIEmployment.

 

IL PROGETTO

A partire da metà gennaio 2016 saranno coinvolte le seguenti regioni: Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria e Sicilia. Il fondo, finalizzato ad agevolare l'accesso al credito dei giovani, sarà gestito da Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti volti allo sviluppo, con prestiti a tasso zero. Gli importi che verranno messi a disposizione degli imprenditori saranno variabili a seconda delle attività, da un minimo di 5mila euro a un massimo di 50 mila, con un piano di ammortamento fino a sette anni.

I contributi potranno essere utilizzati nel periodo di programmazione entro il 2020.

 

BUSINESS PLAN PER LE STARTUP

Prima di ottenere i finanziamenti sarà necessario svolgere un percorso formativo e di accompagnamento, lo scopo finale è quello di aiutare i giovani imprenditori nella stesura di un business plan per avviare l'attività. Tutte le idee di startup dovranno avere le caratteristiche di scalabilità internazionale in modo da poter essere più appetibili all'estero. Inoltre, sarà fondamentale individuare una prima area di mercato, possibilmente locale, per iniziare a espandersi avvalendosi di un team di alto livello.

 

IL COMPITO DI INVITALIA

Sarà compito di Invitalia, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, valutare le proposte commerciali e di marketing, erogare il credito agevolato, controllare e monitorare la neo impresa. Inoltre, l'Agenzia si occuperà anche della fase di tutoraggio per tutte le nuove iniziative che verranno ammesse al finanziamento.

 

BONUS OCCUPAZIONE

Questo progetto fa seguito ai contributi stanziati per il cosiddetto “Bonus Occupazione”, la sovvenzione statale che viene concessa alle imprese private che assumono giovani di età compresa tra i 16 e 29 anni, che non sono occupati e che non seguono un percorso di studio o formazione. L'incentivo è variabile: da 1500 a 6mila euro, destinato ai datori di lavoro per le assunzioni effettuate tra il 3 ottobre 2014 e il 30 giugno 2017 con un contratto a tempo determinato, indeterminato e in somministrazione, dalla durata minima di sei mesi. Nel piano rientra anche il part-time purché il lavoratore sia impiegato per almeno il 60% dell'orario normale. Dal programma sono esclusi i contratti di apprendistato, lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio.