Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Finanziamenti alle imprese: 50 milioni per donne e giovani

  1. Home
  2. What's next
  3. Finanziamenti alle imprese: 50 milioni per donne e giovani

L’incentivo alle Pmi “in rosa” o partecipate da under 35. Domande esclusivamente per via elettronica

Il panorama dei finanziamenti alle imprese si arricchisce con un nuovo strumento: le agevolazioni per le piccole e medie imprese giovanili e femminili che saranno gestite da Inviatalia. Si tratta di 50 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo economico (Mise) che andranno a coprire finanziamenti agevolati a tasso zero alle startup.

 

I REQUISITI

Possono beneficiare dei finanziamenti piccole e medie imprese femminili e giovanili, cioè a “prevalente partecipazione” di donne o di giovani under 35. Le aziende devono, inoltre, essere costituite in forma societaria da non più di dodici mesi dalla data di presentazione della domanda.

 

I FINANZIAMENTI

Le agevolazioni alle Pmi prevedono finanziamenti agevolati a tasso zero avranno una durata massima di 8 anni e copriranno di non più del 75 per cento delle spese. I programmi d'investimento devono prevedere spese non superiori a 1,5 milioni di euro.

Energie-Sensibili---bando-5.png

 

I PROGETTI FINANZIABILI

I progetti verranno analizzati da una commissione in ordine cronologico di arrivo. I finanziamenti alle imprese femminili o partecipate da giovani coprono iniziative su tutto il territorio nazionale e per tutti i settori dell’economia. Sono stati individuati settori particolarmente importanti, con evidente ripercussione nella “valutazione di merito” del progetto: turismo e innovazione sociale, cioè la “produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali”.

 

LE DOMANDE

È possibile compilare le domande di finanziamento esclusivamente online, attraverso la piattaforma informativa messa a disposizione da Invitalia, che gestisce il fondo. Non sono previste graduatorie, né click-day: le domande verranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione. La “valutazione di merito” comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia.