Sorgenia
cerca
Accedi accedi

F1 green: 10 mila alberi contro le emissioni di Co2 del Gp di Monza

  1. Home
  2. Life
  3. F1 green: 10 mila alberi contro le emissioni di Co2 del Gp di Monza

Diecimila alberi verranno piantati per compensare le emissioni di anidride carbonica del Gran Premio di Monza. L'obiettivo è un Gp ecosostenibile

 Ben diecimila alberi saranno piantati in giro per il mondo per compensare le emissioni di Co2 del Gran Premio di Monza. E’ quanto stabilito da un accordo tra Automobile Club Italia ed Eco Store, patrocinato dal ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Le 12 mila tonnellate di anidride carbonica prodotte da monoposto e veicoli tecnici verranno bilanciate dalla piantumazione di circa 10 mila alberi in aree in via di sviluppo, seguendo quanto previsto dal Protocollo di Kyoto.

 

“Grazie a questa iniziativa - ha commentato  Alessandro Gerardi, amministratore unico di Eco Store - potremo goderci quello che fino ad ora era visto come uno sport inquinante, con una coscienza diversa e la piena consapevolezza di averne azzerato l'impatto”. Il progetto può essere monitorato grazie al sito dedicato che, oltre a spiegare nel dettaglio il progetto, offre la possibilità di aderire all’iniziativa dando il proprio nome ad uno dei 10 mila alberi.

 

Il problema dell’ecosostenibilità del Gp di Monza non è nuovo. Se n’era già parlato nel 1994, all’indomani delle polemiche sulla sicurezza seguite alla morte di Ayrton Senna (avvenuta su un altro circuito italiano, quello di Imola). Al circuito brianzolo fu richiesto un adeguamento che avrebbe comportato l’abbattimento di cinquecento alberi all’interno del parco, ma la proposta fu bloccata dalla Sovrintendenza ai Beni ambientali. La situazione venne risolta dall’intervento dell’allora Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, che realizzò un progetto di minore impatto. Attraverso alcune modifiche al tracciato, il numero degli alberi da tagliare si ridusse a cento, mentre ne vennero piantati altri in zone diverse dell’area