Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Etichetta delle lavatrici: non conforme il 62% dei libretti istruzioni

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Etichetta delle lavatrici: non conforme il 62% dei libretti istruzioni

Il programma Ue ATLETE II ha controllato etichettatura, classe energetica, funzioni pubblicizzate e schede-prodotto di 50 elettrodomestici: evidenziata la necessità di migliorare alcune informazioni

Le etichette energetiche delle lavatrici danno informazioni precise e corrette, ma si deve fare di più sul fronte della documentazione realizzata dai produttori. Il progetto ATLETE II, lanciato dalla Commissione europea, a due anni dal suo avvio promuove la conformità delle lavatrici ai requisiti di etichettatura energetica e di ecodesign, ma allo stesso tempo rileva che il 16% degli elettrodomestici esaminati non rispetta i requisiti previsti per le schede-prodotto e addirittura il 62% non contiene le informazioni obbligatorie nel libretto di istruzioni.

Undici i partner che per 24 mesi hanno studiato etichettatura e performance di 50 modelli di lavatrice. Tra loro Università e centri di ricerca, associazioni dei consumatori, associazioni di produttori e autorità di vigilanza del mercato. Se il livello di conformità delle dichiarazioni relative alla classe di efficienza e al consumo è stato riscontrato nel 100% dei casi, meno bene è andata sul fronte della conformità globale delle informazioni riportate sulla scheda di prodotto, sul libretto istruzioni e dei programmi standard sulle singole macchine.

 

I RISULTATI DI ATLETE II

Tra gli apparecchi esaminati alcuni non sono risultati conformi ai parametri tecnici, per altri non sono state fornite le indicazioni che il cliente per legge deve ricevere al momento dell'acquisto. Nel dettaglio, l’8% degli elettrodomestici non è risultato conforme per le prestazioni funzionali pubblicizzate al consumatore; il 16% per le informazioni riportate sulla scheda di prodotto; il 26% per l'identificazione dei programmi standard sulle singole macchine; il 62% per le informazioni da riportare obbligatoriamente sul libretto istruzioni.

I risultati di ATLETE II sono ora nelle mani delle Autorità di sorveglianza del mercato dei Paesi Ue in cui le lavatrici controllate sono in vendita. Per alcuni modelli sono già intervenuti i costruttori, uniformando volontariamente le informazioni fornite con quelle richieste dalla normativa europea.

 

EFFICIENZA DEGLI ELETTRODOMESTICI: ATLETE E ATLETE II

ATLETE II, Appliance Testing for Washing Machines Energy Label & Ecodesign Evaluation, è stato lanciato nel maggio 2012 con l’obiettivo di verificare la correttezza delle informazioni degli apparecchi elettronici – in questa fase lavatrici, la prima denominata ATLETE è stata dedicata ai frigoriferi – per orientare i consumatori europei verso machine a maggiore efficienza energetica. ATLETE e ATLETE II sono realizzati nell’ambito del programma europeo Intelligent Energy Europe.

Per le lavatrici sono stati esaminati consumo di energia e di acqua, efficienza di lavaggio, efficienza e velocità della centrifuga, capacità di carico, consumo nelle modalità "spento" e "standby", requisiti minimi specifici per l'ecodesign e informazioni obbligatorie.

Prodotti rispondenti ai requisiti energetici pubblicizzati sono non solo compatibili con la normativa vigente, ma più credibili per il consumatore finale e infine assicurano che sia effettivamente conseguito il risparmio dovuto alla maggiore efficienza.

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.