Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Efficienza: Energia d’Impresa riparte da Torino

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Efficienza: Energia d’Impresa riparte da Torino

La terza tappa del roadshow di Sorgenia, Affari & Finanza e Politecnico di Milano si svolge nel capoluogo piemontese. Chiesa: “A livello regionale con interventi di efficientamento si riuscirebbero a risparmiare 421 milioni di euro in bolletta”

Riprende da Torino Energia d’Impresa, il roadshow di Sorgenia in collaborazione con Affari & Finanza di Repubblica e il Politecnico di Milano sulle opportunità di crescita per le piccole e medie imprese italiane legate all’efficienza energetica. Dopo il successo delle tappe di Bari e Firenze, l’incontro farà capolino il prossimo 30 giugno nella Camera delle Guardie di Palazzo Madama, in Piazza Castello.   

 

ISTITUZIONI E IMPRENDITORI TRA I PROTAGONISTI DELLA TERZA TAPPA DI ENERGIA D’IMPRESA

All’incontro parteciperanno, oltre all’Ad di Sorgenia Gianfilippo Mancini, anche il sindaco del capoluogo piemontese Piero Fassino, l’ex presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello, il numero uno di Api Torino Corrado Alberto, l’imprenditore Carlo Rosa e i giornalisti Luigi Gia e Pier Paolo Luciano. Le riflessioni della tavola rotonda saranno anticipate, come sempre, dalla presentazione dei dati raccolti dal Politecnico di Milano e illustrati da Vittorio Chiesa, a capo dell’Energy & Strategy Group dell’ateneo. Chiesa farà il punto sull’utilizzo delle nuove tecnologie green in Piemonte e in Italia, sottolineando anche i margini di miglioramento, a tutto vantaggio della competitività delle pmi locali.

 

IN PIEMONTE RISPARMI FINO A 421 MILIONI DI EURO SULLA BOLLETTA ELETTRICA DELLE AZIENDE

Secondo il Polimi, a livello regionale, grazie agli interventi di efficientamento in azienda, si potrebbe ottenere un risparmio di 421 milioni di euro sull’energia elettrica e ben 466 per quella termica, in totale circa 887 milioni, pari a un punto di Pil. Su scala nazionale, sommando le azioni messe in atto nell’industria e nel terziario, si creerebbe un risparmio teorico di 4,9 miliardi di euro.

 

IL COMMENTO DEGLI OSPITI

“Il costo dell'energia costituisce un fardello enorme sulle spalle delle nostre imprese, basti pensare che paghiamo circa il 45 per cento in più rispetto ai nostri concorrenti europei. Dobbiamo partire da questo punto per capire come rendere meno oneroso questo gap. Non si tratta solo di agire sulle tariffe, ma anche di contenere i costi attraverso risparmi e investimenti”. Questo il commento di Ferruccio Dardanello rilasciato a La Repubblica, e tra i protagonisti della tappa di Torino.

Gli fa eco anche Corrado Alberto, presidente dell’associazione di piccole e medie imprese Api Torino e titolare dell’omonima torrefazione di Caselle: “Il mercato è globale, la concorrenza pure. Così l’unico modo per non delocalizzare è tentare di lavorare nelle stesse condizioni di chi gode di regole più favorevoli. Uno degli strumenti per mettersi in pari è senza dubbio il risparmio energetico”.