Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Efficienza energetica: 100 milioni di euro alle imprese del Sud Italia con il POI Energia

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Efficienza energetica: 100 milioni di euro alle imprese del Sud Italia con il POI Energia

Dal 15 al 23 aprile 2014 le aziende di Campania, Sicilia, Puglia e Calabria possono partecipare al bando lanciato dal Ministero dello Sviluppo economico

Il Ministero dello sviluppo economico a sostegno delle aziende del Sud Italia. A partire dal 15 aprile e fino alle ore 10 del prossimo 23 aprile le imprese meridionali interessate potranno presentare la propria domanda per accedere alle agevolazioni previste a sostegno della riduzione dei consumi di energia primaria nei cicli produttivi. In tutto, sono stati stanziati 100 milioni di euro per finanziare i programmi del bando “Efficienza energetica” delle imprese nelle cosiddette Regioni Convergenza, e cioè Campania, Puglia, Sicilia e Calabria Il bando è a valere sulle risorse europee del POI Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007/2013.

 

L’AGEVOLAZIONE

Si tratta di un finanziamento agevolato senza interessi, di cui si può usufruire in più tranche per un periodo complessivo di 10 anni a partire dalla data di completamento del programma di investimento. E’ prevista, in tal modo, una copertura del 75% del costo totale, mentre il resto dovrà essere finanziamento dal beneficiario con mezzi propri o attraverso un prestito non coperto da alcuna agevolazione pubblica.

 

I PROGETTI

I programmi presentati, per ottenere il finanziamento, devono avere una spesa complessiva compresa tra i 30 mila e i 3 milioni di euro, oltre a riguardare le unità produttive localizzate nei territori previsti dal bando. Quattro sono i tipi di interventi ammissibili: l’isolamento termico degli edifici al cui interno  sono svolte le attività lavorative; l’efficientamento o la sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione; infine, l’installazione di impianti e attrezzature funzionali al contenimento degli sprechi energetici. A ciò si aggiunga anche il montaggio, per sola finalità di autoconsumo, di apparecchi per la produzione e distribuzione di energia termica ed elettrica all’interno dell’impresa.

 

DESTINATARI

Possono accedere ai contributi le aziende iscritte almeno da due anni nel Registro delle imprese in regime di contabilità ordinaria. Le agevolazioni sono concesse attraverso una procedura di selezione a sportello. Le domande possono essere inviate al Mise telematicamente mediante la sezione del sito internet dedicata al bando. Sono spese ammissibili le opere murarie, l’acquisto e l’installazione di nuovi macchinari e di prodotti software funzionali al monitoraggio dei consumi energetici (per le grandi imprese ammesso solo il 50% della spesa sostenuta). Per le Pmi sono finanziabili anche i servizi di consulenza funzionali alla definizione di diagnosi energetiche e alla progettazione esecutiva dei lavori. 

  

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.