Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Efficienza in edilizia: a Bologna nasce la School of Sustainability

  1. Home
  2. Life
  3. Efficienza in edilizia: a Bologna nasce la School of Sustainability

Il progetto, ideato dall’architetto Mario Cucinella, partirà a settembre. Il progetto mira a coinvolgere anche il mondo dell’industria per lo sviluppo di materiali e soluzioni costruttive innovative attraverso workshops pratici

L’industria delle costruzioni è attualmente responsabile per il 50 per cento delle emissioni di Co2 a livello globale. Il dato è ancora di più impressionante se si pensa che la maggior parte della popolazione mondiale vive in città ad alta densità, occupando circa il 2% della superficie terrestre, provocando un enorme impatto sull’ambiente circostante. La sfida del futuro, per gli addetti ai lavori del settore edile, è per questo la promozione di interventi che rendano gli edifici il più efficienti ed ecologici possibile.

 

È questo anche l’obiettivo della School of Sustainability, un progetto internazionale ma tutto Made in Italy di educazione post lauream, ideato dall’architetto Mario Cucinella per formare i nuovi professionisti della sostenibilità, coinvolgendo attori appartenenti a campi diversi, dall'architettura all’ingegneria, dal design al diritto. Il corso, che comincerà a Bologna a settembre prossimo, vuole essere, nelle intenzioni dei promotori, un luogo di sperimentazione costruttiva oltre che un luogo di scambio e di incontro di conoscenze e competenze diverse per rendere il settore più efficiente.

 

“La scuola si rivolge sia a giovani laureati che a professionisti – racconta a Energie Sensibili Alberto Bruno, responsabile dello sviluppo della School of Sustainability e architetto dello studio MC Architects che l’ha promossa -. La collaborazione di figure diverse può arricchire di contenuti il progetto e renderlo lungimirante. Il divario che c’è oggi tra le ambizioni della politica e le competenze di chi deve mettere in pratica gli obiettivi di sostenibilità ed efficienza energetica per diminuire l’impatto del settore costruzioni sull’inquinamento globale è attualmente troppo grande. Noi vogliamo contribuire ad ridurlo”.

L'offerta formativa per il 2015 prevede quattro corsi post-lauream (Architecture as a Social Business, Post Carbon Architecture, Right for a Quality Shelter, Blue Design) e sarà incentrato non solo sull’acquisizione di nuove conoscenze relative agli strumenti di valutazione ambientale ed energetica, ma si caratterizzerà soprattutto per la collaborazione con le industrie per lo sviluppo di materiali innovativi. Il principio è quello di “Education: Learing by doing” per realizzare quella che sembra essere la vera grande prospettiva di crescita non solo per l’Italia ma per il mondo intero.

“L’inaugurazione della scuola è prevista per settembre – conclude l’architetto Bruno – in coincidenza con il Plea 2015, la conferenza sulla sostenibilità che riunirà proprio a Bologna i più grandi esperti del settore provenienti da tutto il mondo. In questo modo cominceremo ad affrontare le sfide che l’ambiente ci pone, cercando di dare risposte concrete con la formazione e l’attività sul campo a stretto contatto con la cittadinanza, le amministrazioni locali e le maggiori industrie del settore”.